A Francavilla al mare gli Stati Generali delle imprese in vista del Giro d’Italia

0
41

In cammino, verso la partenza del Giro d’Italia fissata per il 6 maggio prossimo dalla Costa dei Trabocchi, con tutto il corredo di strategie possibili da mettere in campo per trasformare un grande evento sportivo internazionale in un’irripetibile occasione per la promozione turistica dell’Abruzzo. A fare i

l punto sulle settimane che ci accompagneranno verso il via dell’edizione 2023, delineando gli obiettivi del mondo delle imprese turistiche, ci ha pensato ieri sera l’appuntamento tenuto all’hotel Alcione di Francavilla al Mare, organizzato da Cna Turismo e Gal Costa dei Trabocchi, con il patrocinio della Camera di Commercio: in pista – è il caso di dirlo – idee e iniziative che accompagneranno l’Abruzzo verso l’appuntamento dell’anno, una road mapp che ha messo a fuoco soprattutto le enormi opportunità che la presenza della corsa rosa daranno all’Abruzzo, e in particolare ad alcuni segmenti dell’offerta turistica del territorio, come il ciclo-turismo e la vacanza attiva più in generale. Un’occasione che deve servire a eliminare le tante criticità ancora presenti e gettare le basi per un’offerta turistica di lungo periodo. Interlocutori della serata, seguita da un pubblico folto e appassionato (erano presenti, tra gli altri, il presidente del Gal Costa dei Trabocchi, Roberto Di Vincenzo, il presidente e il direttore di Cna Abruzzo, Savino Saraceni e Graziano Di Costanzo) sono stati due ospiti d’eccezione come 

Luca Gregorio Riccardo Magrini, nomi molto conosciuti dal grande pubblico degli appassionati delle due ruote come commentatori delle gare internazionali del ciclismo sull’emittente Eurosport. Con loro, nel dibattito coordinato  dall’ex ciclista professionista Luciano Rabottini (ora commentatore tv) e dal presidente di CNA Turismo Abruzzo, Claudio Di Dionisio, è stato fatto il punto soprattutto sul grande valore aggiunto che può dare il Giro d’Italia, forte della sua enorme risonanza mediatica, alla “destinazione turistica Abruzzo”. Un dibattito fitto di riferimenti e nomi, che si è arricchito dalla presenza di interlocutori altamente qualificati presenti in sala, come Maurizio Formichetti, che dell’approdo in Abruzzo del Giro può essere considerato a buon diritto uno degli artefici insieme alla Regione.

Tra febbraio e marzo prossimo – e siamo ad alcuni degli appuntamenti fissati in agenda da CNA Turismo e Gal Costa dei Trabocchi – saranno in Abruzzo per meglio aiutare le imprese ad affinare strategie e obiettivi, alcuni dei nomi più noti e amati del ciclismo italiano: campioni di un passato recente come Davide Cassani (a lungo commissario tecnico della Nazionale, e ora presidente dell’Agenzia di Promozione turistica dell’Emilia-Romagna), il due volte maglia iridata Gianni Bugno, “El Diablo” Claudio Chiappucci, che con le sue imprese nelle tappe di montagna ha infiammato il cuore e la fantasia degli appassionati.

Ma quello di ieri sera è stato anche un appuntamento all’insegna del divertimento e della leggerezza: dopo il dibattito, infatti, Luca Gregorio e Riccardo Magrini (stavolta nei panni di “Greg”  e “il Magro” sono saliti sul palco per animare il loro spettacolo “Cane Vecchio Sa-Und”: un tour ciclo-musicale fatto di canzoni e aneddoti. Quasi tutti – manco a dirlo – con la bici protagonista.