Altro
    Altro
      HomeAttualitàBarbieri, presidente della Fccn: "La nascita di Nuova Pescara sta scrivendo la...

      Barbieri, presidente della Fccn: “La nascita di Nuova Pescara sta scrivendo la Storia”

      Pubblicato

      Abbiamo intervistato Antonello Barbieri, presidente della FCCN (Fusioni comuni coordinamento nazionale), che segue e stimola le fusioni dei comuni in tutta Italia. Tra la FCCN, la cui sede è a Genova, e l’Associazione Nuova Pescara c’è, da diversi anni ormai, una proficua e intensa collaborazione. Sulla fusione di Pescara, Montesilvano e Spoltore, Barbieri utilizza una frase emblematica “si sta per realizzare una pagina di Storia con la S maiuscola”. Le sue parole confermano, qualora ce ne fosse bisogno, l’importanza di Nuova Pescara nello scenario nazionale e internazionale. A Pescara sono molto impegnati nella lotta per la Fusione anche i Consiglieri Emeriti del Comune. E a Montesilvano c’è Verso Nuova Pescara. Peraltro, in Abruzzo si inizia a parlare di fusione anche per i comuni di Pineto, Atri e Silvi.

      Presidente Barbieri cos’è FCCN?
      “Molti cittadini, dalla Sicilia alla Lombardia, colgono l’inadeguatezza delle amministrazioni comunali, incapaci o impossibilitate a rispondere alle domande di servizi, di opportunità, di visione, che arrivano dai cittadini e dalle imprese e, quindi, si organizzano in comitati e provano a forzare la resistenza dei sindaci al cambiamento. Noi proviamo a rappresentare queste istanze, supportando le realtà locali”.
      La fusione di Pescara, a suo parere avrà effetti a livello nazionale? “Ne sono fermamente convinto, Nuova Pescara diventerà l’emblema, l’esempio da seguire, un nuovo paradigma. A Pescara si sta per realizzare una pagina di Storia con la S maiuscola, gli unici che non se ne sono accorti sembrano essere alcuni nani politici che popolano le aule consigliari dei comuni coinvolti, quelli più piccoli in particolare.
      O forse se ne sono accorti benissimo e mettono in atto una strategia reazionaria finalizzata al “tengo famiglia”. Nuova Pescara farà volentieri a meno di costoro”.
      La sua associazione è impegnata nel percorso di avvicinamento a Nuova Pescara?
      “Certamente, proficua è stata la collaborazione con il Comitato per la fusione, sapientemente guidato da Marco Camplone, e costante è stato il lavorio con i rappresentanti delle istituzioni, in particolar modo con i referenti di FCCN nelle strutture organizzative dei ministri coinvolti”.
      Come vede il futuro delle fusioni tra comuni nel nostro Paese?
      “È un percorso obbligato, oggi incentivato dalle Regioni e dallo Stato, il maxi contributo statale per Nuova Pescara lo dimostra. In futuro potrebbe diventare una costrizione dettata dall’aggravarsi della contingenza economica. È davvero sciocca l’ insipienza e l’apatia, spesso interessata, dei sindaci”.

      Antonello Barbieri, presidente della Fccn (Fusioni comuni coordinamento nazionale)

      Ultimi Articoli

      Motocross, il Campione Italiano in carica Loris Rasetta torna in pista

      Il Campione Italiano in carica Loris Rasetta è tornato in pista ricominciando dalla gara...

      Lorenzo Sospiri su Fondi FSC per bonifica ex discarica Villa Carmine

      “Sono 14 milioni 559mila 776 euro i Fondi dello Sviluppo e Coesione che la...

      Ivo Petrelli su progetto Verde di  corso Umberto e piazza Sacro Cuore

      “Sindacare o dibattere circa la condivisione o meno nella scelta di una specie arborea...

      Su Viale Marconi il PD boccia se stesso

      A seconda delle stagioni politiche il Pd cambia posizione. Il 24 maggio 2019, pochi...

      Altre notizie

      Motocross, il Campione Italiano in carica Loris Rasetta torna in pista

      Il Campione Italiano in carica Loris Rasetta è tornato in pista ricominciando dalla gara...

      Lorenzo Sospiri su Fondi FSC per bonifica ex discarica Villa Carmine

      “Sono 14 milioni 559mila 776 euro i Fondi dello Sviluppo e Coesione che la...

      Ivo Petrelli su progetto Verde di  corso Umberto e piazza Sacro Cuore

      “Sindacare o dibattere circa la condivisione o meno nella scelta di una specie arborea...