Flaiano lasciatelo fuori…

0
59

La nota di Manuela Peschi

“Carla Tiboni, Presidente dei Premi internazionali Flaiano, non perde occasione per sollevare polemiche contro il Comune e lo fa, purtroppo, anche in occasione dell’anniversario della nascita di Ennio Flaiano. Credo che mai come negli ultimi anni l’amministrazione comunale sia stata così attenta a tutto ciò che riguarda Flaiano, a partire dai Premi a lui intitolati, che hanno ricevuto più contributi rispetto al passato, trattandosi di una manifestazione di assoluto prestigio la cui immagine non dovrebbe mai essere velata da polemiche dal retrogusto politico. Oltre ad aver acquisito una porzione di casa Flaiano, al centro storico, abbiamo riqualificato l’auditorium che porta il suo nome, sul lungomare sud, e attualmente sono in corso gli interventi in piazza Alessandrini che comprendono anche un massiccio lavoro sul Mediamuseum, la cui staticità era compromessa. Il prossimo passaggio sarà l’apertura al pubblico di casa Flaiano, un piccolo e preziosissimo gioiello per la storia della nostra città che prima di noi mai nessuno aveva tentato di acquisire: la sua apertura al pubblico, per promuovere una serie di iniziative culturali, sarà concordata proprio con la Presidente dei Premi Flaiano, nell’ambito di una programmazione che coinvolgerà anche il Mediamuseum, nel momento in cui potrà riaprire i battenti in una piazza rinnovata, pulita ed ospitale. Qualsiasi manifestazione, qualsiasi evento, qualsiasi omaggio ai grandi della nostra città può essere concordato e deciso insieme, e il Comune è sempre aperto ad ascoltare, accogliere e collaborare alle proposte della città, delle sue realtà culturali e dell’associazionismo, e quindi anche della Fondazione Edoardo Tiboni. Le polemiche politiche lasciamole a chi è in campagna elettorale, pensiamo alla cultura. Qui di seguito il link per sbirciare, per la prima volta, negli spazi di casa Flaiano, con il sindaco Masci e l’assessore Maria Rita Carota (https://fb.watch/qCNtliHCCf/)”