Altro
    Altro
      HomeAttualitàLegnini nel mirino delle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma

      Legnini nel mirino delle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma

      Pubblicato

      Striscioni, post e critiche social dicono di una ricostruzione ancora da fare

      L’ha detto il Papa. E lo riporta anche il Sole 24 ore. L’argomento è il terremoto del centro Italia. O meglio, la ricostruzione va alla grande, come sostiene Legnini, o non va affatto, come si evince dalla Rete? “Il Papa all’Aquila: per la ricostruzione serve impegno lungimirante”. “Papa Francesco, in visita all’Aquila”, scrive il quotidiano economico diretto da Fabio Taburini,” chiede per la ricostruzione post-terremoto «collaborazione», «sinergia» e «un impegno lungimirante». «La rinascita personale e collettiva è dono della Grazia ed è anche frutto dell’impegno di ciascuno e di tutti. È fondamentale attivare e rafforzare la collaborazione organica, in sinergia, delle istituzioni e degli organismi associativi: una concordia laboriosa, un impegno lungimirante perché stiamo lavorando per i figli, per i nipoti, per il futuro». Serve l’impegno di «tutti, tutti insieme, sottolineare questo, tutti insieme».

      Ma chi è il Commissario straordinario di Governo alla ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del Centro Italia del 2016 e del 2017? E’ Giovanni Legnini, abruzzese nato a Roccamontepiano (Chieti) il 6 gennaio 1959, che ha intrapreso, da adolescente, l’esperienza politica tra le fila del Pci seguendone, pedissequamente, le diverse trasformazioni, prima nei Ds e, poi,  nel Pd. Sindaco nel suo paese natio per ben 12 anni, dal 1990 al 2002, è stato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri del governo Letta dal 2013 al 2014, e, poi, Sottosegretario di Stato del ministero dell’Economia e delle Finanze nel governo Renzi nel 2014. Dal 2014 al 2018 è stato vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura ed è stato toccato anche lui da alcune intercettazioni con il magistrato Luca Palamara. Sconfitto alle elezioni regionali dal candidato del centrodestra, in forza a Fratelli d’Italia, Marco Marsilio, dopo qualche mese sugli scranni di Palazzo dell’Emiciclo all’Aquila, dal 2020 si occupa della ricostruzione.

      Leggendo qua e là, fuori regione, ci si accorge che nelle vicine Marche e nel contiguo Lazio la situazione della ricostruzione tocca davvero livelli parossistici: striscioni, post, servizi giornalistici che ne danno una dimensione negativa e allarmante. Per farsene un’idea basta scorrere lo stato del giornalista Remo Croci. Sulla sua pagina Facebook dello scorso 26 agosto, due giorni dopo la triste ricorrenza del sesto anno dal sisma, è spuntata un’immagine che richiama le parole di Boeri al Corriere della sera, con questo commento: “Dall’intervista rilasciata al Corsera dall’arch. Boeri, che percepirà una super parcella per la costruzione del nuovo Don Minozzi ad Amatrice, un assist a Legnini. Ma il Commissario dovrà realizzare il gol vittoria, non basta il passaggio vincente del professionista.  La realtà è ben diversa, anzi è tutto il contrario di ciò che Legnini elenca ogni volta nelle sue videoconferenze.  Basta raggiungere i centri colpiti dal sisma e verificare chi racconta bugie.  I cantieri che secondo il Commissario sarebbero 10mila attivi, non lo sono. Magari sono stati attivati ed è molto diverso dall’essere attivi.  Ieri nelle aree del cratere gru e operai in buon numero, oggi è tornato il deserto. Gru di nuovo ferme e operai che si contavano su un palmo di mano“. E a sostegno di quanto scrive il giornalista non c’è solo una sua inchiesta sui centri colpiti dal terremoto del 2016, andata in onda sul TG5 ma, anche, una serie di striscioni apparsi sui ponti dei centri colpiti. Si va dal superclassico: ” VERGOGNA” fino a “Una rondine fa Primavera. Due gru solo scena“, passando per ” La ricostruzione esplode dicono, peccato che la miccia ha fatto cilecca“, senza trascurare: ” Sei anni e ancora siamo qui… Anche voi purtroppo“. E tra i commenti colpiscono le parole di Ombretta Nerpiti: “Remo Croci, questa specie di ” politici” debbono pregare Dio, e tanto pure…di non mettere più piede nelle nostre zone terremotate, visto come si sono comportati!” e di Latifa Costanza: “Nella ricorrenza dell’anniversario qualche ministro ha preferito visitare Kiev, lo stesso che aveva promesso il ritorno di Chico Forti in Italia, ed intanto i miei parenti aspettano ancora le promesse di sei anni...”. Arquata del Tronto e Amatrice sono così, come le ha tragicamente lasciate quel dannato sisma del 24 agosto 2016, uno terribile stato di cose del tutto testimoniato dalle immagini, prove inconfutabili che non lasciano spazio a chiacchiere vuote e funzionali solo agli obiettivi di uomini e partiti. E’ arrivato il momento di fare, come ha detto il Vescovo di Roma, rinunciando all’apparire.

      E’ giunta l’ora di tirarsi su le maniche per dare una speranza concreta a chi è rimasto e un segno di sincera afflizione per chi non c’è più. Il resto è solo vuota retorica.

      Ultimi Articoli

      PSR: Imprudente, pubblicato bando per 18 Mln di euro per investimenti in aziende agricole

      Fondi per innovazione, digitalizzazione e ammodernamento. (Regflash) L’Aquila, 4 feb - Un bando con una...

      Incidenti sulla A14, CNA Fita Abruzzo: subito un tavolo sulla sicurezza

      Luciana Ferrone: «Cantiere infinito, servono certezze sui tempi di conclusione dei lavori» «Nei mesi scorsi,...

      A Città Sant’Angelo si fa anche l’inclusione sociale e sportiva in favore della comunità ucraina

        di Bruno D’Alfonso L’inclusione sociale e la solidarietà pro Ucraina passano anche attraverso lo sport....

      PRONTO SOCCORSO PESCARA: UN INTERO TERRITORIO IN EMERGENZA

      L’ANALISI DEL VICEPRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE DOMENICO PETTINARI CHE METTE NERO SU BIANCO LE CRITICITÀ...

      Altre notizie

      PSR: Imprudente, pubblicato bando per 18 Mln di euro per investimenti in aziende agricole

      Fondi per innovazione, digitalizzazione e ammodernamento. (Regflash) L’Aquila, 4 feb - Un bando con una...

      Incidenti sulla A14, CNA Fita Abruzzo: subito un tavolo sulla sicurezza

      Luciana Ferrone: «Cantiere infinito, servono certezze sui tempi di conclusione dei lavori» «Nei mesi scorsi,...

      A Città Sant’Angelo si fa anche l’inclusione sociale e sportiva in favore della comunità ucraina

        di Bruno D’Alfonso L’inclusione sociale e la solidarietà pro Ucraina passano anche attraverso lo sport....