Marco Camplone: “La legge di fusione va rispettata”

Oggi, martedì mattina, la commissione Nuova Pescara del capoluogo adriatico, presieduta da Claudio Croce, continuando la serie di incontri con l'Associazione Nuova Pescara, ha ospitato il presidente Marco Camplone e, per la Confesercenti, la presidentessa Marina Dolci. Camplone ha ribadito l'obbligo, anche morale, della politica di rispettare la Legge di fusione di Pescara, Montesilvano e Spoltore in un unico Comune. Poi ha rimarcato il grande finanziamento dello Stato per la fusione, 105 milioni di euro per i prossimi 10 anni, sottolineando che Nuova Pescara significa anche dare la spinta decisiva per far ottenere all'ospedale cittadino la qualifica di Dea di Secondo livello, il cui significato è un salto di qualità di tutti i reparti, con enormi benefici per i cittadini. Marina Dolci è entrata nei dettagli del commercio delle tre città, proponendo la creazione di specifici distretti. "Da Pescara, in 15 minuti, sei a Montesilvano e Spoltore", ha detto. "Da Montesilvano e Spoltore in 15 minuti sei a Pescara. Siamo una sola città. Lavoriamo per migliorarci e per sfruttare le opportunità della fusione".

1
315

1 commento