Altro
    Altro
      HomeAttualitàOspedale, Azione incontra Ciofani. Il segretario Torelli: "Basta ritardi, a Pescara serve...

      Ospedale, Azione incontra Ciofani. Il segretario Torelli: “Basta ritardi, a Pescara serve il Dea di secondo livello”

      Pubblicato

      Azione è scesa in campo per la battaglia del Dea di 2° Livello, per il quale l’ospedale di Pescara ha, e da anni, tutte le carte in regola, ma viene penalizzato da logiche politiche avverse alla città più grande d’Abruzzo e ai suoi abitanti, anche quelli dell’area metropolitana. Ieri sera, il Consiglio direttivo di Azione Pescara, dopo una breve introduzione del Segretario provinciale Stefano Torelli (nella foto), ha dato la parola all’ospite della serata, il dottor Antonio Ciofani (portavoce della Consulta Clinica per l’Ospedale Dea di 2° livello, che aderisce all’Associazione Nuova Pescara) il quale ha illustrato nei dettagli l’annosa questione della dotazione, ancora mancante nella nostra Regione, di un Dea di 2° Livello così come indicato dalla Legge Lorenzin, ovvero un presidio ospedaliero che abbia al suo interno la totalità delle Unità operative complesse per la piena efficienza nella relazione tra emergenza e accettazione.

      Solo tre regioni in Italia non hanno un Dea di 2° Livello, ma se per il Molise e la Val d’Aosta il motivo è dato dal numero esiguo della popolazione, in Abruzzo, pur superando il milione di abitanti, la lacuna non è stata mai colmata per un mero problema politico e campanilistico. Più volte il ministero della Salute ha sollecitato un adeguamento e ogni volta la proposta di Rete ospedaliera presentata dalla Regione è stata rigettata proprio per la mancanza di un Dipartimento emergenza e accettazione di 2° livello. “Eppure il problema”, ha ricordato Ciofani, “sarebbe di facile soluzione visto che l’unico presidio ospedaliero in Abruzzo che vanta numeri sufficienti per una promozione a Dea di 2° Livello è quello di Pescara, con ben 97.000 accessi al Pronto soccorso (dati pre-Covid), superiori al Sant’Orsola di Bologna e quasi il doppio delle Torrette di Ancona, con il 100%, ad esempio, degli interventi di Chirurgia pediatrica. Tuttavia, ben due Giunte regionali (Luciano D’Alfonso e Marco Marsilio) non hanno affrontato seriamente la questione, ricevendo ben otto bocciature, l’ultima febbraio scorso, dal Ministero sulle proposte avanzate di Rete ospedaliera, pur di non scontentare determinati bacini elettorali, vedi quello di Chieti, ma arrecando seri danni alla salute degli abruzzesi. Basta ricordare che se un paziente giunge al Pronto soccorso con una patologia tempo-dipendente, avrà più possibilità di salvarsi se può essere curato nello stesso presidio piuttosto che essere costretto ad essere trasferito in un altro nosocomio”.

      “Pescara in Azione intende portare avanti una battaglia, innanzitutto di civiltà, perché abbiamo a cuore la qualità di vita degli abruzzesi, piuttosto che tenerci stretto, come purtroppo fanno molti politici, anche di un certo livello, della nostra Regione, il nostro serbatoio di voti”, dice Torelli. “Presto daremo vita ad una campagna incisiva su questo tema, garantendo pieno sostegno alla Consulta”.

      Ultimi Articoli

      Incidente sul lavoro alla De Cecco di Ortona: operaio perde tre dita

      Grave incidente di lavoro all'interno del pastificio De Cecco di Caldari di Ortona. Un...

      Juve, si dimettono Agnelli e tutto il CDA

      L'intero consiglio di amministrazione della Juventus questa sera, dopo un consiglio straordinario del cda....

      Il Natale 2022 dello stilista abruzzese Simone Racioppo

      Per Simone Racioppo stilista abruzzese, l’anno di successi non è ancora giunto al termine;...

      PIGNOLI: “SE NON VERRANNO RIPRISTINATI I FONDI PER LA VITA INDIPENDENTE, PRONTO ANCHE ALLO SCIOPERO DELLA FAME”. 

      “Abbiamo appreso in questo ore che la Regione Abruzzo non ha messo in Bilancio...

      Altre notizie

      Incidente sul lavoro alla De Cecco di Ortona: operaio perde tre dita

      Grave incidente di lavoro all'interno del pastificio De Cecco di Caldari di Ortona. Un...

      Juve, si dimettono Agnelli e tutto il CDA

      L'intero consiglio di amministrazione della Juventus questa sera, dopo un consiglio straordinario del cda....

      Il Natale 2022 dello stilista abruzzese Simone Racioppo

      Per Simone Racioppo stilista abruzzese, l’anno di successi non è ancora giunto al termine;...