PRESIDENTE SOSPIRI RISPONDE AD ASSOCIAZIONE “NUOVA PESCARA”. NESSUNA ESITAZIONE SUL PROCESSO DI FUSIONE

0
128

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa inviato agli organi di stampa da Lorenzo Sospiri.

(ACRA) – L’Aquila, 17 gennaio – Il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri risponde al comunicato diramato agli organi di stampa dall’associazione “Nuova Pescara”, sul progetto legge di modifica alla legge regionale 24 agosto 2018, n. 26 “Disposizioni per l’istituzione del Comune di Nuova Pescara”. “Sarebbe stato più rispettoso per le amministrazioni locali e soprattutto per i cittadini coinvolti nel processo di fusione, evitare uscite improprie e divulgare imprecisioni grossolane – scrive Sospiri – Basterà attendere 48 ore per ascoltare direttamente dal sottoscritto, proponente del progetto di legge, quali innovazioni presenta la proposta normativa e quanto profondamente dimostri l’assoluta volontà di concludere in maniera efficace e sostanziale il processo di fusione dei Comuni che porterà alla ‘Nuova Pescara’. Già da oggi posso assicurare che l’impianto normativo che presenterò giovedì mattina è ampiamente condiviso dall’Assemblea legislativa e che fanno solo danno all’Abruzzo i tentativi di boicottaggio a ‘scatola chiusa’ di un testo che ancora non si conosce e che, tra l’altro, considerando la fretta divulgativa dell’Associazione ‘Nuova Pescara’, non era ancora nemmeno depositato in Consiglio”. “Non entro nel merito dei contenuti per rispetto dei colleghi e delle amministrazioni che insieme a me hanno lavorato per la modifica della legge – sottolinea il presidente del Consiglio -, ma mi preme evidenziare quanto sia sconfortante leggere di presunti ‘tentativi di far saltare Nuova Pescara per conservare posti e stipendi’. Sono logiche piccole quelle che intendono solleticare fumose e populiste visioni che tenderebbero alla salvaguardia di posizioni di potere locale. Invito gli amici della ‘Nuova Pescara’ alla conferenza stampa di giovedì mattina e sarò felice di sconfessare ogni timore”. (red)