All’Istituto Alberghiero ‘De Cecco’ 20 ‘magnifici’ studenti con  100/100mi  agli Esami di Stato

“Sono 20 gli studenti dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara, che hanno conseguito il massimo voto alla maturità e rappresentano i ‘magnifici’ 100, di cui 5 con lode, della nostra scuola a chiusura degli Esami di Stato. Un numero elevato che testimonia la preparazione dei nostri ragazzi, che trova la sua ragione nella caratterizzazione del nostro Istituto, capace di offrire una formazione sia di eccellenza e qualità, sia motivante, ma soprattutto una scuola che, nonostante i due anni di Covid-19, è riuscita a fornire continui stimoli ai nostri ragazzi. Una ragione di orgoglio per tutti i nostri docenti, per la dirigenza scolastica e per gli stessi ragazzi che, grazie a un voto di diploma così elevato, potranno accedere a qualunque ateneo, e infatti, tra i maturi eccellenti, alcuni si stanno già preparando per i test d’ingresso a facoltà universitarie a numero chiuso, altri sono stati già ammessi all’Alma e ad altre Accademie di alta specializzazione in gastronomia”. Lo ha detto la dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ Alessandra Di Pietro, ufficializzando l’esito degli Esami di Stato. “Chiudiamo l’anno scolastico 2021/2022 in maniera straordinaria – ha commentato la dirigente Di Pietro – con 20 studenti che hanno meritato il massimo voto per la maturità, 100, e tanti che hanno sfiorato comunque il punteggio massimo. È un risultato di assoluto rilievo, è la fotografia della formazione offerta nella nostra scuola. Una formazione d’eccellenza perché siamo riusciti a costruire per i nostri ragazzi un percorso formativo molteplice, ricco e stimolante con i corsi di Pasticceria, i corsi di approfondimento come i primi livelli di Sommelier e Assaggiatori d’olio, il corso di specializzazione in Caffetteria, corso di specializzazione di Cuochi di Bordo con la Capitaneria di porto di Pescara, tanti seminari tematici, la ripresa dei progetti di Alternanza Scuola-Lavoro (PCTO digitali) in presenza. Una tale ricca progettualità rende l’Istituto Alberghiero ‘De Cecco’ di Pescara una scuola ‘motivante’, non solo per quantità di indirizzi professionali, ma anche sotto il profilo culturale, anche grazie alle decine di Enti pubblici e Associazioni del territorio con i quali abbiamo portato avanti delle importanti partnership, come la Capitaneria di porto, la Protezione civile, Cna, le Università abruzzesi e molisane, il Conservatorio, la Rete Museale, Confindustria, la Federazione Nazionale Cuochi, la Confederazione Italiana Pasticceri, la Cna, Assoturismo, Coldiretti, Confcommercio, l’Associazione Maestri del Lavoro, la Confederazione Italiana Agricoltori, l’Accademia Italiana della Cucina, AssiPan, Aibes, Amira, Lady Chef, ABNI, l’ABI, la Camera di Commercio, la Caritas, il Fai, l’Associazione DiversUguali, Ancri, Aic, la Lilt, l’Admo, la Fidas, l’Eremo Dannunziano, la Fondazione PescaraAbruzzo, la Fondazione Paolo VI e la Fidapa, e poi aziende come la De Cecco, le imprese vitivinicole, la Scuola Internazionale di Cucina Alma, l’Equilibrium Bar Academy, i Club Service come i Rotary, i Lions e i Kiwanis. Tali rapporti hanno consentito ai nostri giovani di sviluppare interessi, di approfondire tematiche pensando al futuro, formando una generazione di studenti motivati allo studio e capaci di massimizzare i propri risultati e le proprie cognizioni. L’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ – ha ancora aggiunto la dirigente Di Pietro – offre non solo una formazione professionalizzante, ma garantisce una formazione utile per proseguire gli studi nello step post-diploma. Chiusa la sessione degli Esami di Stato, oggi festeggiamo i nostri ragazzi che con il proprio impegno e i risultati raggiunti sono i migliori testimonial dell’intenso lavoro condotto all’interno del nostro Istituto. Tra i nostri 100, tra cui 5 hanno meritato la lode, ci sono i ragazzi che si iscriveranno alle Facoltà di Tecniche Agroalimentari e di Scienze Gastronomiche, o anche alle Facoltà di Sociologia, Criminologia, Economia, Scienze Politiche, Lingue, qualcuno all’Università per l’Intermediazione Culturale. Qualcuno ha optato per la Formazione Infermieristica e per le Professioni sanitarie, poi hanno scelto l’Alta Formazione specialistica con la Scuola di Igino Marchesi e l’Accademia di Niko Romito. Altri studenti, tra i nostri diplomati, hanno invece scelto di gestire attività familiari impegnative, come un ristorante e un pastificio, oppure hanno deciso di lavorare per un anno per finanziarsi il corso di Alta formazione di Cucina all’Alma, chi intende proseguire l’Azienda agricola di famiglia, o provare l’esperienza di lavoro sulle navi da crociera”. I 20 studenti che hanno ottenuto la massima votazione agli Esami di Stato, ovvero 100, sono i seguenti: Valeria Ciccone, Erika Torrieri, Chiara Micomonaco, Christian Galluzzi, Antonio Stallone, Giorgia Barbetta, Andrea Di Felice, Laura Rinaldi, Gianmarco Simone, Samuele Ricci, Giorgia D’Olimpio, Alice Giancaterino, Benedetta San Giorgio, Nicolò Gelsumino, Emanuele Cannone. Hanno poi avuto la votazione di 100 con lode i seguenti studenti: Amanda Albiniano, Francesca Troia, Noemi Ciarallo, Amy Lanesi, Alexia Lanesi.

0
86