Montesilvano: dal semaforo mangiasoldi poca sicurezza.

0
257

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Giuseppe Di Giampietro

SICUREZZA STRADALE. Montesilvano 2
Tanti soldi. Poca sicurezza.

0. (Montesilvano 13-03-2023) Sul tema della sicurezza stradale e dei semafori Photored mangiasoldi di Montesilvano, mi segnalano che sono pubblicate su un sito web le destinazioni degli incassi delle multe, stimate in un totale € 3.455.000 nell’anno in corso in quel comune.
https://www.ilmontesilvano.it/2023/03/13/incassi-dalle-multe-ecco-come-verranno-impiegati-i-nostri-soldi/

1. Rispetto agli obblighi imposti dall’ Art. 208 del Codice della Strada, di riservare ALMENO il 50 %di tali somme per misure di sicurezza stradale, ammesso che il vestiario per la polizia locale faccia parte delle misure dirette alla sicurezza stradale, il totale di tutte le misure indicate arriva a € 1.064.180, OSSIA IL 30,8 % DEL TOTALE DEGLI INCASSI, QUINDI BEN AL DI SOTTO DEGLI OBBLIGHI DI LEGGE (MINIMO IL 50 % degli incassi delle multe dovrebbe essere destinato a misure di sicurezza stradale. Ossia € 1.727.500 su 3.455.000 di incassi previsti).

2. le voci 1 (515.000), 4 (57.000), 5 (50.000) sono relative a servizi e attrezzature per il controllo del traffico (per fare le multe). Ossia si tratta di un meccanismo di AUTOALIMENTAZIONE. SI FANNO MULTE PER PAGARE I SERVIZI E ATTREZZATURE CHE PERMETTONO DI FARE ALTRE MULTE.

3. NON SI DICE NULLA SU  COME VIENE IMPIEGATO QUASI IL 70 % DEGLI INCASSI ?, OSSIA €  2.390.000 su 3.455.000 euro.

4. NULLA  viene destinato ad altri interventi diretti e attivi di sicurezza stradale, indicati dallo stesso Art. 208 CdS quali:
– MANUTENZIONE DELLE STRADE (Buche, asfalti, pavimentazioni, Barriere di sicurezza);
– REDAZIONE DEI PUT (piano urbano del traffico) e PUMS (piano urbano della mobilità sostenibile) obbligatori per legge, ma di cui la città è priva da 30 anni.
– INTERVENTI PER LA TUTELA DEGLI UTENTI DEBOLI (Anziani, bambini, ciclisti, disabili, pedoni);
– CORSI DIDATTICI DI EDUCAZIONE STRADALE nelle scuole e centri formativi;
– interventi a favore della MOBILITA’ CICLISTICA.

5. Dunque: Un sacco di soldi presi agli automobilisti di passaggio. Ma assai pochi destinati alla sicurezza stradale, come invece richiesto dalla legge”.