Altro
    Altro
      HomeCronacaUn caso straordinario nel reparto Odontoiatria dell'Ospedale di Pescara

      Un caso straordinario nel reparto Odontoiatria dell’Ospedale di Pescara

      Pubblicato

      Un nuovo importante traguardo è stato raggiunto presso la UOS Odontoiatria Territoriale dell’Ospedale di Pescara, dove, per la prima volta, sono state effettuate con successo procedure di terapie odontoiatriche invasive su una paziente affetta da “Deficit del Fattore XIII“.

      Il Deficit del Fattore XIII è una malattia emorragica rara, causata da una carenza di un’importante proteina del sangue che favorisce la coagulazione. La malattia comporta un elevato rischio di emorragie e problemi di cicatrizzazione, rendendo gli interventi odontoiatrici particolarmente complessi e delicati.

      Il caso della paziente di Pescara rappresenta un’eccellenza sanitaria, data la rarità della malattia e le difficoltà che comporta. L’equipe medica, guidata dal dott. Gianfranco Ricci, ha pianificato attentamente l’intervento, somministrando alla paziente una infusione di fattore XIII mezz’ora prima del trattamento. Questo farmaco, estremamente costoso (oltre 33 mila euro), è stato fondamentale per garantire la corretta coagulazione del sangue durante l’intervento e prevenire emorragie.

      La paziente è stata inoltre sottoposta a un monitoraggio post-operatorio di tre giorni, data la possibilità di emorragie tardive fino a 72 ore dopo il trattamento.

      Siamo felici del successo di questo intervento – dichiara il dott. Ricciche rappresenta un esempio concreto dell’impegno e della professionalità del nostro team. Grazie alla collaborazione con i colleghi e all’utilizzo di tecnologie avanzate, siamo riusciti a dare una risposta concreta ai bisogni di salute di una paziente affetta da una malattia rara, garantendole cure di alta qualità e sicurezza.”

      Questo caso è un messaggio di speranza per tutti coloro che soffrono di malattie rare e sottolinea l’importanza di una sanità che sia all’avanguardia e in grado di affrontare le sfide più complesse.

      In foto il dr. Pietro Staniscia e l’infermiera Marisa Corsetti, dell’equipe guidata dal dott. Gianfranco Ricci, impegnati nella fase dell’infusione.

      Ultimi Articoli

      Carenza idrica a Pescara, dura replica di Masci a Pettinari

      PESCARA 20 lug. 2024 – “Il consigliere comunale Domenico Pettinari continua a gettare benzina...

      DANCING MOVIE STARS: IN SCENA A TERAMO “LA NAVE” DI GABRIELLINO D’ANNUNZIO E MARIO RONCORONI

      Teramo 20 luglio 2024 – Lunedì 22 luglio, alle ore 20.45, a Teramo in...

      CGIA: ANCHE NEL 2024 LOMBARDIA, EMILIA ROMAGNA E VENETO SARANNO IL MOTORE DEL PAESE

      Anche nel 2024 la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto saranno le regioni che...

      “Back to the real world”, lo spettacolo conclusivo della UT Factory

      Il 22 luglio alle ore 20.45, l'impresa Unaltroteatro di Lorenza Sorino ed Arturo Scognamiglio, porta in...

      Altre notizie

      Carenza idrica a Pescara, dura replica di Masci a Pettinari

      PESCARA 20 lug. 2024 – “Il consigliere comunale Domenico Pettinari continua a gettare benzina...

      DANCING MOVIE STARS: IN SCENA A TERAMO “LA NAVE” DI GABRIELLINO D’ANNUNZIO E MARIO RONCORONI

      Teramo 20 luglio 2024 – Lunedì 22 luglio, alle ore 20.45, a Teramo in...

      CGIA: ANCHE NEL 2024 LOMBARDIA, EMILIA ROMAGNA E VENETO SARANNO IL MOTORE DEL PAESE

      Anche nel 2024 la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto saranno le regioni che...