Altro
    Altro
      HomeCulturaLe foto di Mauro Splendore a Torrevecchia Teatina

      Le foto di Mauro Splendore a Torrevecchia Teatina

      Pubblicato

      Dal 3 al 18 settembre la mostra dal titolo “Altera Mundi” nella sala espositiva comunale di Palazzo Valignani in piazza San Rocco.

      Dal 3 al 18 settembre prossimi nella sala espositiva comunale di Palazzo Valignani in piazza San Rocco a Torrevecchia Teatina si terrà la mostra fotografica personale di Mauro Splendore dal titolo “Altera mundi – Cronache dal post Antropocene”. La mostra è promossa dall’associazione culturale Kalòs ed è patrocinata dal Comune di Torrevecchia Teatina ed è visitabile la mattina dalle 8.00 alle 12.00 e il pomeriggio su prenotazione al numero 3314321627, l’ingresso è libero. L’inaugurazione si terrà il 3 settembre dalle ore 19 alle ore 21.
      Così Mauro Splendore si esprime sull’esposizione: “Antropocene, capitalocene, wasteocene, tre termini coniati di recente, apparentemente diversi ma che evidenziano lo stesso identico problema: l’enorme impatto ambientale che la nostra specie ha sul pianeta. L’uomo è ormai diventato una vera e propria forza tellurica, in grado di influenzare i cambiamenti climatici, ambientali e strutturali del pianeta tanto da esserne in realtà la principale causa. L’intera politica mondiale, così come la scienza, sta cercando soluzioni che permettano di coniugare crescita economica e salvaguardia ambientale. Tuttavia trovare soluzioni concrete non è semplice, è la vera grande sfida del nostro tempo, a cui siamo tutti tenuti a prendere parte. Perché, se da un lato la crescita demografica ed economica sostenta e sostiene la società, almeno per come siamo abituati a concepirla, dall’altro sembra piuttosto evidente che più numerosa è la popolazione mondiale maggiore è l’impatto che ha sull’intero ecosistema. Personalmente temo fortemente per le possibili, gravi conseguenze a medio e lungo termine e mi è impossibile, di fronte ai miei figli, non pormi l’interrogativo di che mondo stiamo lasciando loro e di come potranno adattarsi ad esso, ammesso che sia possibile.  E’ così che la mia mente, accompagnata dalla fotografia, è andata ad indagare sul possibile scenario post uomo. Perché, come tutte le ere geologiche, anche l’antropocene, avrà il suo termine e lascerà le sue impronta su una terrà ormai irrimediabilmente compromessa. Altera mundi vuol essere dunque un viaggio fantastico, distopico, drammatico, ma, a tratti, incredibilmente reale alla scoperta del mondo che verrà. Un mondo fatto essenzialmente di polvere, nebbia, desolazione. Paesaggi vagamente riconoscibili, ma ormai privi di colore e bellezza. Di edifici, fabbriche,  abitazioni, ormai ridotte a macerie, testimoni di quel tempo che ci è appartenuto, ma che probabilmente non abbiamo saputo rispettare e proteggere come avremmo dovuto“.

      Ultimi Articoli

      “No al 2027”. Per salvare Nuova Pescara si uniscono 25 sigle. Domani conferenza stampa (ore 11, comune di Pescara)

      NUOVA PESCARA SUBITO! Domani, alle 11, davanti al Comune di Pescara, si terrà una conferenza...

      Raddoppio tratta ferrovia Pescara-Roma

      Il Comitato ComFerr scrive ai Ministri Matteo Salvini e Raffaele Fitto di Bruno D'Alfonso I...

      Milan, è buio pesto: il Sassuolo banchetta, rossoneri fanno un’altra figuraccia. Pioli è a rischio?

      Cinque sberle dal sapore di disfatta. Il Milan si rovina il pranzo domenicale e...

      Il centrodestra di Spoltore dice: ” No al canile lager”

      In una nota inviata agli organi di stampa l'opposizione in seno al consiglio comunale...

      Altre notizie

      “No al 2027”. Per salvare Nuova Pescara si uniscono 25 sigle. Domani conferenza stampa (ore 11, comune di Pescara)

      NUOVA PESCARA SUBITO! Domani, alle 11, davanti al Comune di Pescara, si terrà una conferenza...

      Raddoppio tratta ferrovia Pescara-Roma

      Il Comitato ComFerr scrive ai Ministri Matteo Salvini e Raffaele Fitto di Bruno D'Alfonso I...

      Milan, è buio pesto: il Sassuolo banchetta, rossoneri fanno un’altra figuraccia. Pioli è a rischio?

      Cinque sberle dal sapore di disfatta. Il Milan si rovina il pranzo domenicale e...