Altro
    Altro
      HomeCulturaStraperetana 2022, si inizia nel weekend

      Straperetana 2022, si inizia nel weekend

      Pubblicato

      La sesta edizione di straperetana – manifestazione artistica ideata da Paola Capata e Delfo Durante è in programma da sabato 16 luglio a domenica 28 agosto nel borgo di Pereto (L’Aquila).

      Dopo cinque anni, la struttura della rassegna cambia forma: al posto della mostra disseminata in tutto il paese sono previsti interventi artistici più circoscritti, che saranno affiancati da una serie di incontri e presentazioni nell’arco del mese di apertura di straperetana.

      Per questa collettiva sono stati invitati cinque artisti: Riccardo Baruzzi (Lugo, Ravenna, 1976), Margherita Moscardini (Donoratico, Livorno, 1981), Alek O. (Buenos Aires, Argentina, 1981), Cesare Pietroiusti (Roma, 1955), Namsal Siedlecki (Greenfield, USA, 1986).

      A ognuno di loro è stato chiesto di individuare un artista che possano riconoscere come un riferimento, un modello o una figura seminale nel proprio percorso. Le risposte sono state sorprendenti: c’è chi ha scelto nomi più affermati e chi ha coinvolto degli outsider, altri ancora hanno optato per dei coetanei, mettendo in discussione e – come suggerisce il titolo dell’esposizione – ribaltando il concetto stesso di “maestro”. Una questione chiave, quella che la mostra intende affrontare, capace di offrire spunti di riflessione e risvolti imprevisti sull’importanza delle influenze nei processi di creazione artistica.

      Ognuna delle cinque stanze di Palazzo Maccafani sarà dedicata a questi dialoghi, che sottolineano l’importanza del confronto generazionale, da sempre elemento caratterizzante di straperetana.

      Altra cifra del progetto è l’attenzione dedicata al territorio abruzzese e alla sua scena artistica. In continuità con le precedenti edizioni, l’artista Matteo Fato ha selezionato due autrici di generazioni differenti, Lea Contestabile (Ortucchio, 1949) e Daniela d’Arielli (Ortona, 1978), che realizzeranno degli interventi inediti per le vie del borgo. Le installazioni troveranno spazio nello spazio pubblico di Pereto, dialogando con il contesto e restando visibili per tutta la rassegna.

      Infine, il programma di iniziative collaterali vede la partecipazione degli studiosi Gianni e Giuseppe Garrera, protagonisti domenica 31 luglio di una conferenza che riprenderà ed estenderà i temi della mostra a Palazzo Maccafani. Tra l’8 e il12 agosto saranno organizzate delle attività didattiche rivolte ai bambini di Pereto, in collaborazione con la Proloco.

      Domenica 28 agosto, infine, sarà presentato il catalogo che ripercorre le prime cinque edizioni di straperetana.

      “Quest’anno straperetana si presenta sotto una nuova veste”, commentano gli ideatori della rassegna Paola Capata e Delfo Durante. “Dopo cinque edizioni caratterizzate dall’organizzazione di una mostra disseminata in tutto il borgo, per il 2022 – in maniera molto spontanea – abbiamo pensato a un’esposizione più circoscritta, ma non meno ambiziosa. Il nostro focus è sempre sull’arte contemporanea, ma ci piace l’idea che, al di là della parte espositiva, possano crearsi momenti di incontro e approfondimento in grado di diversificare la proposta culturale di straperetana e offrire occasioni per tornare a visitare il borgo di Pereto. Naturalmente le opere e il coinvolgimento degli artisti partecipanti rimangono al centro del progetto: ed è un onore per noi accogliere il lavoro di autori riconosciuti a livello internazionale in un contesto come Pereto, che negli anni ha dimostrato un interesse e un attaccamento crescenti nei confronti della manifestazione”.

      L’edizione 2022 di straperetana sarà visitabile da sabato 16 luglio, dalle 11 alle 20. È gradita la prenotazione all’indirizzo: info@straperetana.org.

      La mostra sarà aperta fino a domenica 28 agosto.

      Nelle settimane di apertura, le opere saranno liberamente fruibili dal pubblico nel fine settimana (sabato e domenica), dalle 16 alle 20; negli altri giorni su appuntamento.

      Foto:

      Daniela d’Arielli
      Pollinaria, 2021
      Tela e fili rossi / canvas and red threads, 210 x 297 mm
      CourtesyPollinaria

      Ultimi Articoli

      Virtus Francavilla-Pescara 3-2, le pagelle

      I peggioriPalmieri: lento, compassato, stucchevole,  così si può giocare solo in salotto. Voto 4Mora:...

      Virtus Francavilla-Pescara 3-2

      Sedicesima giornata del campionato di Serie C, girone C. Il Pescara affronta in trasferta...

      L’opposizione di centro destra a Spoltore contro le scelte della maggioranza

      Questo il comunicato stampa inviato agli organi d'informazione SPOLTORE E IL SUO FUTURO“Mentre assistevo al...

      Addio ad Alfredo Paglione, una vita da mecenate coraggioso e appassionato

      Il cordoglio della fondazione PescarAbruzzo La Fondazione Pescarabruzzo si unisce al cordoglio per la perdita...

      Altre notizie

      Virtus Francavilla-Pescara 3-2, le pagelle

      I peggioriPalmieri: lento, compassato, stucchevole,  così si può giocare solo in salotto. Voto 4Mora:...

      Virtus Francavilla-Pescara 3-2

      Sedicesima giornata del campionato di Serie C, girone C. Il Pescara affronta in trasferta...

      L’opposizione di centro destra a Spoltore contro le scelte della maggioranza

      Questo il comunicato stampa inviato agli organi d'informazione SPOLTORE E IL SUO FUTURO“Mentre assistevo al...