Maria Rita Carota su evento di apertura Chiesa di Sant’Anna

0
57

“La Chiesa di Sant’Anna torna definitivamente alla città: a partire da oggi saranno i soci dell’Associazione Nazionale Azione Sociale Abruzzo, presieduta da Alessia Camplone, a garantire l’apertura, due volte a settimana, del luogo di fede e di cultura per consentire l’ingresso di cittadini e turisti, e che promuoveranno una lunga serie di iniziative tese a coinvolgere il territorio”. Lo ha detto l’assessore alla Cultura e al Patrimonio Maria Rita Carota in occasione dell’evento odierno che ha visto la riapertura al pubblico della chiesa di viale Bovio, evento iniziato con la messa in onda del messaggio di saluto inviato dal Ministro della Cultura Sangiuliano.

“La nostra amministrazione sta puntando sul recupero della storia della città – ha ricordato l’assessore Carota – e la Chiesa di Sant’Anna riveste un’importanza storica e culturale strategica: è stato fondamentale il ruolo della Sovrintendenza nei lavori di recupero finanziati con il Comune di Pescara, segno che l’impegno collettivo porta grandi risultati. E la presenza di decine di persone oggi così come lo scorso luglio, in occasione dell’apertura straordinaria per il giorno di Sant’Anna ci testimonia quanto amore ha la città per questo luogo. Da oggi la struttura resterà aperta al pubblico almeno due volte a settimane per le visite, considerando che la chiesa è un luogo importante anche dal punto di vista architettonico”. “La Chiesa di Sant’Anna – ha aggiunto il sindaco Carlo Masci – è un gioiello tra i palazzi e ci ricorda una Pescara d’altri tempi, la chiesa e’ riconquistata alla città e vedere le sue porte aperte è un’emozione”. “L’Associazione Azione Sociale – ha detto il Presidente Camplone – ha deciso di assumere la gestione della Chiesa per svolgere una attività culturale significativa sul territorio. Saranno i nostri soci a garantire l’apertura della struttura pensando soprattutto ai turisti che potranno tornare ad ammirare la sua bellezza e la sua storia”. L’evento odierno di riapertura è stato caratterizzato dall’esibizione di due musicisti del Conservatorio d’Annunzio di Pescara, Paolo Di Pretoro e Alessia Di Nino, che hanno eseguito brani di Piazzolla da History of Tango; Castelnuovo Tedesco da Sonatina opera 205; Molino da Notturno Opera 37 e Albeniz – Asturias. Nei prossimi mesi sono previsti un appuntamento mensile infrasettimanale con l’esibizione degli studenti del Conservatorio; un ciclo di 4 incontri con ‘I Grandi Italiani’ a partire da settembre, iniziando dal ricordo della figura di Guglielmo Marconi in occasione del 150° anno della sua nascita; la presentazione di 4 libri; 4 mostre di artisti abruzzesi partendo da giugno; la decima edizione del Premio Nazionale ‘Storie di donne’.