Del Trecco su sopralluogo alloggi per diversamente abili via
Caduti per Servizio

“Sono pronti per essere assegnati e abitati da famiglie con componenti diversamente abili i 23 nuovi appartamenti realizzati al pianterreno di via Caduti per Servizio proprio per soddisfare le esigenze di famiglie che ogni giorno affrontano difficoltà straordinarie per utenti speciali. Dopo il sopralluogo odierno, organizzato con il sindaco Carlo Masci, l’assessore alla disabilità Nicoletta Di Nisio e l’assessore ai Lavori pubblici Luigi Albore Mascia e con i tecnici dell’Ater, per verificare la perfetta esecuzione degli ultimi interventi, abbiamo formalmente consegnato le chiavi degli alloggi all’Ater di Pescara per procedere ora all’individuazione dei nuclei aventi diritto a effettuare la mobilità per vivere in condizioni sicuramente più agevoli”. Lo ha annunciato l’assessore alla Politica della Casa Isabella Del Trecco ufficializzando l’esito del sopralluogo. “Quella operata in via Caduti per Servizio è stata sicuramente una scelta mirata, ma anche coraggiosa – ha detto l’assessore Del Trecco -. Quando nel 2019 abbiamo ripreso le redini del governo cittadino abbiamo portato avanti e dato un’accelerata alle occasioni offerte dal Bando per le Periferie, scegliendo di concentrare i fondi per fronteggiare la situazione critica in via Caduti per Servizio, per via della particolare struttura esterna dei fabbricati, con dei portici al pianterreno, spazi che si prestavano a presenze comunque problematiche a discapito delle tante famiglie oneste che risiedono nel quartiere. Con l’Ater, la Regione Abruzzo e con i tecnici abbiamo sostenuto il progetto teso a dare una nuova destinazione a quegli stessi spazi, realizzandovi addirittura degli appartamenti che, proprio perché posizionati al pianterreno, sarebbero stati particolarmente idonei ad accogliere famiglie che, all’interno del proprio nucleo, contano la presenza di un diversamente abile, quindi con particolari esigenze di mobilità. E le famiglie sono tante, basta scorrere la graduatoria di coloro che nel corso dell’anno hanno chiesto di poter effettuare un cambio alloggio perché magari quello assegnato loro si trova in edifici privi di ascensori, impedendo spesso a chi è costretto all’uso di una carrozzina anche di uscire di casa. Abbiamo redatto i progetti, ottenuto i finanziamenti, appaltato i lavori e oggi sono 23 gli appartamenti nuovi realizzati di tre distinte tipologie, di diverse dimensioni, oscillanti tra i tra i 45 e i 62 metri quadrati per famiglie di medie dimensioni; e infine alloggi di 90 metri quadrati, questi ultimi dotati di 3 camere da letto e doppi servizi per accogliere famiglie più numerose. E alcuni di questi 23 alloggi avranno anche la possibilità di beneficiare della presenza di un piccolo giardino esterno pertinenziale al singolo appartamento, incrementando in questo modo la qualità della vita dei cittadini più fragili. Tutti gli alloggi – ha aggiunto l’assessore Del Trecco – hanno un ingresso indipendente sulla parte retrostante gli edifici, con l’installazione di scivoli che hanno una pendenza minima e anche i giardini saranno recintati proprio per riservare il loro utilizzo esclusivamente all’assegnatario dell’alloggio, al quale verrà così garantita la possibilità di trascorrere delle ore fuori dalle mura di casa. Come abbiamo verificato stamane con il sindaco Masci e l’assessore Di Nisio, i 23 appartamenti sono pronti, mancano ovviamente solo gli arredi interni che spettano ai futuri​ assegnatari, nei prossimi giorni procederemo con l’individuazione delle famiglie aventi diritto che dovranno subito entrare nei nuovi alloggi. Il ringraziamento va a tutta la struttura tecnica dei nostri uffici che hanno lavorato senza sosta per rendere possibile il risultato odierno, anche nei due anni dell’emergenza Covid”.

0
118