Liris, rendiconti approvati dal 2016 al 2020 i conti tornano in ordine

"Il Consiglio Regionale ha approvato i Rendiconti della gestione per gli esercizi 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020 dell’Ente, già adottati dalla giunta regionale con apposite deliberazioni negli esercizi dal 2018 al 2020, tutte inviate alla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti ai fini dello svolgimento dei rispettivi Giudizi di parificazione, recentemente conclusisi”. Lo rende noto l’Assessore al Bilancio Guido Liris. “Da Regione canaglia abbiamo finalmente rimesso i conti a posto, aprendo la strada finalmente a nuovi investimenti. – precisa l’Assessore – Sono state stanziate risorse dal bilancio regionale per l’importo complessivo nel triennio pari a 3,3 milioni di euro per il finanziamento di interventi in materia di copertura assicurativa per i danni da fauna selvatica, oltre che 200 mila per la visita del Santo Padre, prevista a L’Aquila, il prossimo mese di agosto in occasione delle celebrazioni della Perdonanza Celestiniana. Con l’approvazione dei Rendiconti in data odierna viene tracciata una netta linea di confine rispetto al passato, potendosi senza dubbio affermare che da oggi si è messo ordine sulla complessa situazione finanziaria regionale, ereditata dalle passate amministrazioni, dalla quale prende avvio un nuovo ciclo di programmazione di Bilanci. Il conseguimento di questo importante risultato è stato possibile soltanto a seguito della recente conclusione dei giudizi di parificazione sui Rendiconti dal 2016 al 2020 da parte della Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti – prosegue l’Assessore – ponendosi quali interlocutori credibili con gli organi di controllo e con il ministero di Economia e Finanza". Proprio a seguito della conclusione del percorso la Regione provvede ad adottare un nuovo piano di ammortamento del disavanzo stesso, spalmato in 20 anziché in 10 anni, liberando in tal modo già per il triennio 2022/2024 importanti risorse, accantonate a seguito della conclusione del Giudizio di gegittimità costituzionale da destinare alla realizzazione degli interventi che l’Amministrazione individuerà come prioritari. "Ringrazio le strutture regionali impegnate nel complesso procedimento di riallineamento del ciclo di gestione dei documenti di rendicontazione dell’Ente, conclusosi con questo risultato storico, oltre ai colleghi di giunta ed all’intera Assise regionale, per l’attenzione e la disponibilità mostrate nell’importante percorso appena completato” . (Regflash) US 220715

0
31