Altro
    Altro
      HomePoliticaMozione di Di Nardo che ricorda ai cittadini: "Le cartelle possono essere...

      Mozione di Di Nardo che ricorda ai cittadini: “Le cartelle possono essere impugnate”

      Pubblicato

      IL COMUNE DI ORTONA CHIEDE LA TARI ANCHE A CHI NON DEVE PAGARLA

      Una pioggia di richieste di pagamenti Tari, rivolta a quegli agricoltori che invece sono, per regolamento, esenti. Succede ad Ortona, dove da qualche giorno stanno cominciando ad arrivare le comunicazioni ai cittadini.

      Qualche mese fa le cartelle pazze arrivarono, sempre agli agricoltori, per l’Imu. Adesso tocca alla raccolta dei rifiuti. Il capogruppo di centrodestra in Comune, Angelo Di Nardo, ha depositato una mozione con cui chiede di “disporre l’immediata esenzione dal pagamento della Tari per tutti i fabbricati rurali, costruiti su zona agricola, in quanto non producono rifiuti urbani, ma solo rifiuti speciali che normalmente vengono smaltiti dall’imprenditore tramite ditte specializzate”. Per lo smaltimento, dunque, gli agricoltori già pagano un cinto salato. Per questo Di Nardo chiede anche di “valutare l’ipotesi di rimborso, ai contribuenti, delle somme indebitamente incassate dall’Ente, evitando così inutili e dispendiosi contenziosi che rischiano di vedere soccombente il Comune di Ortona “.

      Di Nardo, nel testo della mozione spiega che “l’orientamento ormai sancito in sede di Commissioni Tributarie, regionali e provinciali, di fatto riconosce la non assoggettabilità dei terreni e capannoni agricoli al prelievo comunale afferente il servizio di raccolta dei rifiuti, precisando come: ‘…..i rifiuti, prodotti nei fabbricati destinati all’esercizio dell’attività agricola, non possono considerarsi rifiuti solidi urbani, stante la loro specifica e intrinseca natura, la quale appunto per questo fa sì che essi vengano dispersi in campagna….'”.

      Insomma, un errore evidente che dà ancora una volta l’idea che il Comune provi a fare cassa sfruttando la distrazione  di alcuni imprenditori agricoli.”Anche questa volta – conclude Di Nardo – come già avvenuto per l’Imu, ci preme avvertire i cittadini del fatto che i tributi non sempre sono legittimamente richiesti e che quindi, in caso di irregolarità, le cartelle possono essere impugnate”.

      Ultimi Articoli

      Penne, Sportello di Consulenza Economico-Finanziaria e Legale per giocatori d’azzardo e familiari

      Il progetto “Azzardo Piglia Tutto”, promosso dall’Unità Operativa Complessa (UOC) Ser.D. della ASL di...

      Scuola: Santangelo, scongiurato accorpamento classi a Caramanico e Castelvecchio Subequo

      “Ringrazio il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Massimiliano Nardocci per la sensibilità e l’apertura al...

      Vinitaly: chiude la 56/ma edizione. Imprudente: numeri positivi per vino abruzzese

      “Sono stati quattro giorni pieni di entusiasmo. Le nostre cantine crescono, fanno innovazione, e...

      Sanità: Verì, potenziare la diagnostica per immagini per abbattere le liste di attesa

      A Pescara presto la medicina d'urgenza e a seguire 20 posti di lungodegenza L’abbattimento delle...

      Altre notizie

      Penne, Sportello di Consulenza Economico-Finanziaria e Legale per giocatori d’azzardo e familiari

      Il progetto “Azzardo Piglia Tutto”, promosso dall’Unità Operativa Complessa (UOC) Ser.D. della ASL di...

      Scuola: Santangelo, scongiurato accorpamento classi a Caramanico e Castelvecchio Subequo

      “Ringrazio il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Massimiliano Nardocci per la sensibilità e l’apertura al...

      Vinitaly: chiude la 56/ma edizione. Imprudente: numeri positivi per vino abruzzese

      “Sono stati quattro giorni pieni di entusiasmo. Le nostre cantine crescono, fanno innovazione, e...