Manoppello, ulteriori fondi per la viabilità provinciale a Santa Maria Arabona

0
80

Lavori in corso per la nuova strada e ulteriori fondi per la riqualificazione della SP 57 

Arrivano per Manoppello ulteriori fondi dalla Regione che consentiranno, grazie ad un importo di 150mila euro di intervenire sulla strada provinciale 57 per Santa Maria Arabona. Risorse importanti anche in considerazione degli interventi in corso sulla strada incompiuta che collega l’abitato dello Scalo alla frazione che ospita la storica Abbazia cistercense. Questa nuova arteria, realizzata dalla Provincia, permetterà di raggiungere agevolmente abitazioni ed attività, evitando, in particolare, il transito dei mezzi pesanti davanti al complesso monumentale del XII secolo cistercense.

“Dopo un lungo iter e grazie ad un investimento di circa 450mila euro – precisa Giorgio De Luca, sindaco di Manoppello e vicepresidente della Provincia – è finalmente ripartito il cantiere sulla strada provinciale per Santa Maria, dove un primo intervento avviato nel 2011, subì uno stop definitivo nel 2014, quando il governo Renzi riformò le Province spogliandole di competenze. A questi fondi iniziali si aggiungono, oggi, ulteriori 150mila euro che permetteranno la riconnessione con l’arteria principale che sarà riqualificata”.

La nuova strada, importante per il territorio, ricalca il tracciato di una vecchia mulattiera voluta dal barone Zambra negli anni Sessanta, successivamente abbandonata.

“Sulla nuova Provinciale – dice ancora De Luca – sono in corso interventi di sistemazione della viabilità dissestata, regimazione acque, ripristino e consolidamento del piano viabile che consentiranno ai manoppellesi e ai tanti turisti di raggiungere comodamente il complesso di Santa Maria Arabona e gli scavi della villa romana, un altro sito di interesse dell’area, anche prevedendo una viabilità a senso unico di marcia esclusivamente per pullman e mezzi pesanti. Ringrazio – conclude De Luca – per l’impegno profuso il presidente della Provincia Ottavio De Martinis, dirigenti e uffici di Palazzo dei Marmi e il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri che ha trovato anche i fondi per garantire la riqualificazione della Strada Provinciale 57”.