A Silvi nascono le “Sentinelle della civiltà”

0
149

All’Istituto alberghiero Zoli di Silvi Marina oggi tutti fuori dalle cucine per vivere un’esperienza formativa che lascerà il segno nei giovani futuri chef.

Dopo essere stati conquistati dalle lezioni sulla felicità, la solidarietà, il pregiudizio l’empatia e la disabilità tenute dal Cav. Claudio Ferrante, oggi, accompagnati dal prof. Franco Di Giacomantonio che, insieme alla Dirigente Paola Angeloni, ha fortemente voluto la realizzazione del progetto “Sentinelle della Civiltà” nel proprio Istituto, i ragazzi dell’alberghiero si sono seduti in carrozzina ed hanno sperimentato le difficoltà quotidiane di chi vive una vita “a ruote”.

“Aumentare la sensibilità sulle tematiche delle barriere architettoniche è essenziale per tutta la cittadinanza, ed è quello, che grazie all’esperienza empatica vissuta con Claudio Ferrante, ha portato l’amministrazione comunale all’approvazione del PEBA, il piano di abbattimento delle barriere architettoniche” così si è espresso il sindaco Andrea Scordella che unitamente al vice Sindaco Fabrizio Valloscura e alla Consigliera Beta Costantini ha salutato i ragazzi durante la lezione sulla felicità.

“Il Comune di Silvi ha patrocinato e sponsorizzato l’iniziativa, perché investire sui giovani e sul futuro è sicuramente l’azione più lungimirante che qualsiasi amministrazione possa mettere in atto” così la Consigliera Costantini motore dell’iniziativa.

Gli studenti sono anche stati bendati e insieme a Valentina Lanti, socia dell’associazione Carrozzine Determinate, e al suo cane guida Evelin hanno anche provato cosa voglia dire essere ciechi e cercato di capire come anche un non vedente possa in realtà essere bravissimo in cucina e capace di realizzare un pasto completo dall’antipasto al dolce.