Il 14 giugno giornata mondiale del donatore di sangue

0
93

Come ogni anno, il 14 giugno si celebra la giornata mondiale del donatore di sangue istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), iniziativa che intende far crescere la consapevolezza della necessità della donazione di sangue.

 “Dona sangue, dona plasma, condividi la vita, condividila spesso”, questo è il tema promosso nel 2023 dall’OMS per celebrare i donatori di sangue di tutto il mondo.

E’necessario ricordare a noi tutti quanto prezioso ed insostituibile siano il sangue ed i singoli emocomponenti: plasma, piastrine e plasmaderivati anche per i pazienti cronici: ovvero quei pazienti affetti da patologie quali talassemia, anemia falciforme, immunodeficienze, che per tutta la vita dipendendo dalla generosità di un’altra persona, che periodicamente si mette a disposizione con un piccolo gesto di grande valore.

La vita delle popolazioni si sta allungando e di conseguenza ci sarà un continuo aumento della richiesta di emocomponenti a fronte di una popolazione giovane che sta diminuendo.

Ecco perché ognuno di noi deve far crescere la coscienza del dono nelle proprie famiglie, tra gli amici, tra i colleghi di lavoro. Il primo passo per avere garantita una buona sanità è poter contare sulla sensibilità e disponibilità di tanti donatori, quindi tutti noi siamo i primi artefici del nostro benessere.

In occasione dell’avvicinarsi di questo giorno speciale il Direttore dell’Unità Operativa Complessa Servizio Immunoematologia, Medicina Trasfusionale e Laboratorio di Ematologia dr.ssa Patrizia Accorsi a nome dei tanti pazienti, di tutti coloro che operano in sanità rivolge un ringraziamento a tutti i donatori, che con il loro gesto assicurano ai pazienti della nostra ASL il supporto trasfusionale necessario a garantirgli le migliori cure.

Un ringraziamento viene infine rivolto alle associazioni AVIS, CRI e FIDAS per l’importante, costante, generoso lavoro svolto per la raccolta di sangue ed emocomponenti.