Misericordia Pescara su servizio di assistenza Concerto Ultimo

Sarà l’Associazione della Misericordia di Pescara a gestire oggi, giovedì 7 luglio, il Servizio di Assistenza durante il Concerto dell’artista Ultimo, in programma allo Stadio Adriatico-Cornacchia. Ingente il dispiegamento di forze messo in campo: ben 100 volontari, con l’allestimento di due PMA-Posto Medico Avanzato, ovvero mini-ospedali da campo attrezzati al meglio per fronteggiare qualunque emergenza; 8 autoambulanze, con 10 infermieri professionisti e 3 medici. Numeri da grande evento che consentiranno alla Misericordia di affrontare al meglio l’impegno. “Per la Misericordia – ha detto il Governatore D’Angelo – è innanzitutto un onore essere stata individuata per la gestione di un’iniziativa che, secondo le previsioni, porterà allo Stadio di Pescara ben 24.750 spettatori, numeri importanti che ci rendono l’idea della rilevanza stessa dello spettacolo, che arriva nel capoluogo adriatico con un rinvio di due anni causa Covid-19. È dunque facile immaginare il clima febbrile che ruota attorno all’evento stesso, che richiamerà già dalle prime ore del pomeriggio soprattutto un pubblico di giovanissimi, peraltro in un giorno ancora da bollino rosso per le alte temperature previste ancora per la giornata di domani. Condizione che ha imposto alla Misericordia di far ricorso a tutto il proprio know how relativo a iniziative simili, schierando sul campo tutto il personale disponibile, proprio per assicurare la massima capacità possibile di intervento e di risoluzione di qualunque problematica dovesse presentarsi. Complessivamente spalmeremo su tutto l’Adriatico-Cornacchia ben 100 unità di volontari, tutti adeguatamente formati, aggiornati e preparati ad affrontare qualunque pratica di soccorso, e per questo ci avvarremo anche della collaborazione, del supporto e ausilio dei volontari delle Misericordie vicine, come Scafa e Alanno, oltre che della Croce Rossa di Pescara e Spoltore. Ben 8 le autoambulanze che saranno dirottate sul posto, in grado di fronteggiare ogni situazione, dal malore per un eventuale colpo di calore, all’eccessivo caldo, a una rianimazione vera e propria. Dieci gli infermieri professionali mobilitati, da dislocare uno per ogni ambulanza, e due saranno delocalizzati nei due Posti Medici Avanzati che monteremo dentro lo Stadio, oltre a tre medici. La Misericordia, grazie anche alle riunioni svoltesi negli ultimi giorni per fissare le misure dell’evento, è pronta a fare la propria parte, ricordando al pubblico di godere del ritorno della grande musica all’Adriatico, e di farlo, soprattutto i più giovani, in sicurezza, rispettando tutte le norme dettate dall’evento, ascoltando i consigli e suggerimenti delle Istituzioni e degli addetti al controllo e al rispetto dell’ordine pubblico”.

0
48