VOCE DEL VERBO ALVEARE

0
53

Nell’ambito di Matta#Aperto 2024

Prosegue con uno spettacolo orientato per un pubblico di ogni età, dai più piccoli agli adulti, Matta#Aperto 2024, la rassegna estiva promossa dalla rete Artisti per il Matta disseminata dentro e fuori dallo Spazio Matta, per connettere in un unico percorso multiculturale all’insegna del contemporaneo luoghi, spazi e ambienti diffusi lungo il territorio urbano della città di Pescara. Per la sezioneTeatro, a cura di Annamaria Talone, va in scena Voce del verbo alveare, piccolo dialogo fra la Natura e un’attrice curiosa, venerdì 21 giugno, ore18.30, nel Parco Villa Sabucchi, tra le vestigia e nel giardino dell’antica villa signorile, ormai di consolidata vocazione teatrale.

Questo spettacolo è una riscrittura in forma scenica del progetto teatrale condotto dall’attrice Meri Bracalente, insieme all’apicoltrice Silvia Amicucci, con i bambini della scuola primaria di Urbisaglia (MC). Si tratta di un progetto di educazione non formale che afferisce ad un più ampio percorso di ricerca artistica condotto negli anni dall’autrice sulle sottili relazioni che intercorrono tra arte, educazione e infanzia. Il laboratorio esperienziale dedicato alla scoperta del regno delle api è stato occasione di esercizio di pensiero e pratica teatrale, da intendersi come variante sensibile della conoscenza, quell’invisibile tessuto connettivo fra tutte le cose, quel senso ulteriore che forse stiamo rischiando di estinguere proprio come il più prezioso degli esseri impollinatori.

Le api sono un animale di tipo comunitario, una creatura di creature. Nella relazione di reciprocità coi fiori, esse svolgono un ruolo fondamentale per il nostro ecosistema. Eppure la sopravvivenza di questa specie è messa a rischio dalla irresponsabile e irrazionale condotta dell’uomo. Cosa accadrebbe se le api arrivassero veramente ad estinguersi?

Teatro Rebis è un progetto artistico nato a Macerata nel 2003, diretto dal regista Andrea Fazzini e dall’attrice Meri Bracalente. La poetica della compagnia è focalizzata su un linguaggio interiore, che guarda alla realtà da un punto di vista figurale, visionario, sbilanciato. Ha rappresentato i suoi spettacoli in Italia e all’estero (Romania, Francia, Svizzera, Germania, Senegal) con partecipazioni ad importanti festival, tra i quali Sant’Arcangelo dei teatri, Volterra teatro, Ars Amando, Nutrimenti Terrestri, Teatri di vetro, Orestiadi di Gibellina, Mirabilia Festival, Kilowatt Festival, Napoli Fringe Festival.

Matta#Aperto 2024 fa parte del programma promosso dalla Presidenza Consiglio dei Ministri per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie della Città di Pescara. Le attività sono realizzate in collaborazione con: Accademia Nazionale di Danza, Arci Pescara, Conservatorio di Musica Luisa d’Annunzio, Fondazione ARIA, CSV Abruzzo, Fondazione Caritas Pescara Penne, Associazione L.A.A.D., Pescara Social Lab, Fondazione Pescarabruzzo, Centro Studi Danilo Dolci.

Progetto promosso dalla rete Artisti per il Matta.

Info: 327 8668760 – prenotazioni@spaziomatta.it – ufficio stampa Paolo Ferri – 347.78.51.667