Altro
    Altro
      HomeSportAd Elisa Longo Borghini strappano cuore e vittoria!

      Ad Elisa Longo Borghini strappano cuore e vittoria!

      Pubblicato

      di Davide Pitocco

      Mercoledì 20 giugno a Grossetto si è corsa la cronometro Elite donne per un totale di 23,2 km. Le specialiste si sono letteralmente dannate per staccare al traguardo il miglior tempo, in un competizione che fondamentalmente è contro sé stessi e contro le inesorabili lancette dell’orologio. La favorita era Elisa Longo Borghini e in un certo senso il responso della gara non ha deluso, anche se il finale è stato da brivido, pericoloso e nocivo per i deboli di cuore. Dopo aver tagliato il traguardo l’atleta della Lidl Trek aveva un margine risibile di secondi sulla diretta avversaria Vittoria Guazzini delle Fiamme Oro – FDJ Suez, di appena 95 centesimi. Però le mani rapaci della Giuria sono scese in picchiata sulla vittoria della piemontese, strappandogliela direttamente dal petto, dopo che meritatamente se l’era cucita addosso. Infatti è stata penalizzato di 20’’ per aver tratta vantaggio da un’ammiraglia, che a detta della Giuria transitava troppo vicina ad Elisa.

      Così come è capitato per la straordinaria conferma di Filippo Ganna nella prova maschile, per Longo Borghini sarebbe stato l’ennesimo assolo, un’ulteriore prova di essere la migliore ciclista italiana dell’ultimo decennio. Alla prova contro il tempo aveva di fatto superato tutte le proprie avversarie, tagliando il traguardo per prima, conquistando quello che doveva essere il suo ottavo titolo a cronometro nazionale, il quinto consecutivo. E invece, alla gioia iniziale è seguita un’amarezza enorme per una squalifica che sa di beffa.

      Il verdetto della Giuria è stato impietoso, Longo Borghini è stata aiutata dalla scia dell’ammiraglia.

      Si è parlato di beffa perché dopo la vittoria c’erano stati i festeggiamenti e tutta la meritata esultanza. Così Elisa è stata giudicata punibile per aver sfruttato, senza volontarietà, la scia della propria ammiraglia della Lidl-Trek che non ha rispettato la distanza da regolamento di almeno 25 metri. Un vantaggio che è stato fatale, togliendole 20 secondi e sfilandole la maglia tricolore, con un amarissimo secondo posto mentre è salita la gioia incontenibile della 23enne neo campionessa d’Italia Vittoria Guazzini. Per concludere la gara è stata bellissima e ha tenuto tutti con il fiato sospeso fin sulla linea del traguardo per la piemontese che si è trovata davanti una super Vittoria Guazzini. La giovane atleta della FDJ – SUEZ è arrivata seconda per 99 centesimi, mentre a completare il podio c’è stata una brillante Elena Pirrone (Roland) a 1’02” dalla vetta. Ma alla fine la decisione della giuria ha ribaltato l’esito tra le prime due.

      Ultimi Articoli

      Carenza idrica a Pescara, dura replica di Masci a Pettinari

      PESCARA 20 lug. 2024 – “Il consigliere comunale Domenico Pettinari continua a gettare benzina...

      DANCING MOVIE STARS: IN SCENA A TERAMO “LA NAVE” DI GABRIELLINO D’ANNUNZIO E MARIO RONCORONI

      Teramo 20 luglio 2024 – Lunedì 22 luglio, alle ore 20.45, a Teramo in...

      CGIA: ANCHE NEL 2024 LOMBARDIA, EMILIA ROMAGNA E VENETO SARANNO IL MOTORE DEL PAESE

      Anche nel 2024 la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto saranno le regioni che...

      “Back to the real world”, lo spettacolo conclusivo della UT Factory

      Il 22 luglio alle ore 20.45, l'impresa Unaltroteatro di Lorenza Sorino ed Arturo Scognamiglio, porta in...

      Altre notizie

      Carenza idrica a Pescara, dura replica di Masci a Pettinari

      PESCARA 20 lug. 2024 – “Il consigliere comunale Domenico Pettinari continua a gettare benzina...

      DANCING MOVIE STARS: IN SCENA A TERAMO “LA NAVE” DI GABRIELLINO D’ANNUNZIO E MARIO RONCORONI

      Teramo 20 luglio 2024 – Lunedì 22 luglio, alle ore 20.45, a Teramo in...

      CGIA: ANCHE NEL 2024 LOMBARDIA, EMILIA ROMAGNA E VENETO SARANNO IL MOTORE DEL PAESE

      Anche nel 2024 la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto saranno le regioni che...