Altro striscione contro Daniele Sebastiani

0
325

La firma stavolta è CWY. Vediamo chi sono

E’ durata poco, pochissimo, il tempo tra un tramonto e un’alba. Così, la vita dello striscione comparso nelle ultime ore sul Ponte del mare, e prontamente rimosso dalle autorità preposte, ai primi vagiti del nuovo giorno ha cancellato solo formalmente, l’altro segnale  di protesta, a firma CWY il nuovo gruppo della curva nord, nei riguardi del massimo dirigente del sodalizio calcistico biancazzurro. Tutt’altro che ermetico il testo: “Non hai rispetto per la tua città…” con una esplicita emoticon di rabbia.  Il riferimento alle ultime dichiarazioni fatte dal Presidente Sebastiani che, polemicamente, aveva minacciato, tra il serio e il faceto, di far ricorso anche lui agli stessi mezzi dei sostenitori del Delfino, non è affatto casuale. Parole che, negli ambienti del tifo biancazzurro era risuonate come provocatorie e sprezzanti. Forse anche per questo, nel giorno in cui ricorre il compleanno di Marco Mazza, detto Bubù, questa nuova sigla del tifo pescarese ha voluto dare un segnale chiaro a all’ambiente del calcio cittadino. Lo striscione porta la firma dei CWY.    Ma chi sono i CWY? Spulciando sui profili social di alcuni dei membri di questo gruppo, fra i più noti nel panorama della tifoseria biancazzurra,  viene fuori che la sigla non è un acronimo ma, rappresenta una scritta in un alfabeto differente da quello latino. Infatti appartiene all’alfabeto degli indiani d’America, Cherokee che ha caratteri simili graficamente a quelli latini, ma con significato e suoni totalmente differenti. CWY trasformandolo nei nostri caratteri si scriverebbe TSALAGI (pronuncia Cia-la-ghì) ed è il nome che gli indiani Cherokee davano a se stessi e alla propria lingua prima di essere chiamati Cherokee dagli invasori europei.

Appare abbastanza evidente il filo conduttore con il famoso gruppo ultras pescarese Cherokee che, insieme ad altri, animava la curva nord nei tempi d’oro. Molti dei componenti attuali dei CWY fecero parte di quel gruppo a cui evidentemente si ispira la nuova realtà. Loro si dichiarano in totale sintonia con gli altri gruppi delle nord e che lo scopo della loro nascita è quello di aggregare e riportare allo stadio Adriatico chi se ne è allontanato per svariati motivi.