Altro
    Altro
      HomeSportGiro del Delfinato: Evenepoel è il sovrano del Tempo

      Giro del Delfinato: Evenepoel è il sovrano del Tempo

      Pubblicato

      di Davide Pitocco

      Dopo alcune giornate mosse, al Delfinato è arrivato il momento della prova contro il tempo, la cronometro di 34,4 chilometri tra Saint-Germain-Laval e Neulise, che sarà il vero spartiacque di questo Giro. Oggi si potranno vedere i primi importanti distacchi in classifica generale, in modo tale che nelle prossime tappe le squadre potranno definire meglio tattiche e strategie per arrivare al fatidico traguardo. La corsa non ha un tracciato propriamente pianeggiante, ma comunque è ad appannaggio degli specialisti. Gli scalatori avranno comunque delle porzioni di percorso dove migliorare e limitare i danni, perché alcune salite sono più congeniali agli stambecchi delle montagne. Il nostro Lorenzo Fortunato scenderà in gara alle 15:40, prima di Evenepoel e Kuss.
      A metà gara il tempo da battere è quello di Joshua Tarling che ha corso in 42’06’’. Giulio Ciccone invece partirà alle 16:06, ma sappiamo che le prove contro il tempo non sono la sua specialità e quindi ci auguriamo che possa limitare i danni, laddove la strada si impenna come un cavallo imbizzarrito che, nitrendo, scalcia verso l’alto tutta la propria furia.
      Evenepoel è subito partito alla grande e nei primi rettilinei fa subito registrare i 60 km all’ora. La posizione in sella è perfetta, la testa in linea con la schiena, quasi a disegnare una riga piatta. Nonostante la statura non elevata le sue gambe, come pistoni, sprigionano una grande potenza.
      Il percorso ondulato porterà i corridori a gestire bene le forze, per non dover pagare secondi preziosi nell’ultima frazione di gara, quando la strada è meno congeniale agli specialisti.
      Il belga chiude in 41’49’’ disintegrando il tempo di Tarling. Infatti Roglic, che in oggi corre la sua prima crono della stagione nella prima parte paga un ritardo di 32’’ e soltanto nella seconda riesce ad eguagliare i tempi del belga. Per dirla tutta lo sloveno è reduce da un grave infortunio e quindi la sua condizione in una tappa così delicata non può essere dei migliori. La cronometro di Ciccone invece non è da sufficienza perché chiude con il tempo di 45’01’’, con 3’12’’ di ritardo dal miglior tempo. Per un corridore con le sue caratteristiche il risultato non è preoccupante perché non è il terreno dove può andare a cogliere gloria e quindi i suoi tifosi lo attendono dove le pendenze sono più importanti e magari se dovesse uscire dalla top ten potrebbe avere la strada spianata per entrare nelle prossime giornate nella fuga di giornata e andare a conquistare una tappa.
      Alla fine nessuno riesce a superare il tempo di Remco Evenepoel: paga oltre due minuti Jai Hindley, ne perde 3’35” Kuss; si difendono Geoghegan Hart, a 1’38”, Buitrago, a 2′, Ayuso, a 1’27”, Carlos Rodriguez, a 1’41”, e Vlasov, a 1’48”, mentre crolla Gaudu, ad oltre 4′.
      Domani frazione da fughe con moltissimo dislivello nella prima parte e un finale piuttosto semplice che potrebbe anche stuzzicare la Lidl di Mads Pedersen.

      Ultimi Articoli

      FINISSAGE Ludovica Anversa, AUTOTOMIA Sabato 15 giugno, ore 11, Fondazione La Rocca

      Fondazione La Rocca, sabato 15 giugno alle ore 11, invita il pubblico al finissage...

      BASKET, LIBERTAS LIVORNO IN SERIE A2

      Dieci mesi di lavoro duro, di dedizione, sofferenza, sacrificio. Ma alla fine è arrivata...

      PARMA, NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI PER LA LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA

      Parma, 13 giugno 2024 – L’identificazione di nuovi approcci terapeutici per la leucemia mieloide acuta è...

      Termini Imerese, incontro sul futuro dell’ex stabilimento Fiat: assessore Albano replica al sindaco Terranova

      «Dispiace leggere le dichiarazioni del sindaco di Termini Imerese che tendono a sconfessare l'operato...

      Altre notizie

      FINISSAGE Ludovica Anversa, AUTOTOMIA Sabato 15 giugno, ore 11, Fondazione La Rocca

      Fondazione La Rocca, sabato 15 giugno alle ore 11, invita il pubblico al finissage...

      BASKET, LIBERTAS LIVORNO IN SERIE A2

      Dieci mesi di lavoro duro, di dedizione, sofferenza, sacrificio. Ma alla fine è arrivata...

      PARMA, NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI PER LA LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA

      Parma, 13 giugno 2024 – L’identificazione di nuovi approcci terapeutici per la leucemia mieloide acuta è...