Giroud fa il medico, il Milan è rianimato: 1-0 al Torino e riecco il sorriso

0
275

Vittoria e clean-sheet. Cos’altro? Nella notte da dentro o fuori il Milan non sbaglia il colpo e ritrova la vittoria dopo oltre un mese ai danni del Torino. Rientrando pure nei famosi parametri di Maldini: momentaneo terzo posto e serenità ritrovata. Se non tutta almeno una parte, utile però per proiettarsi in buone condizioni a martedì, la grande sera degli ottavi di Champions League contro il Tottenham.

Il dottore lo fa Olivier Giroud, con una specialità dello studio: incornata perfetta su assist del criticatissimo Theo Hernandez e via da San Siro con un preziosissimo 1-0. Al bando, almeno per una notte, critiche, indiscrezioni social e smentite varie. Inutile sottolineare però come questo Milan sia ancora malato: il 3-4-3 fatica ad essere assorbito, almeno in fase offensiva. Troppi palloni gettati lungo senza senso, pochi movimenti delle punte (specialmente Leao), e la decisa sensazione che si viva d’improvvisazione. Qualche segnale migliore nella ripresa, ma ancora troppo poco per dire che i rossoneri siano sulla strada giusta.

Per lungo tempo il Milan è apparso ancora spaccato, ma almeno delle risposte confortanti sono arrivate dalla difesa: Kalulu mai in difficoltà, Thiaw perfetto. Insomma un po’ di luce in fondo al tunnel inizia a vedersi: vietato adesso cestinare tutto in Champions.

Le pagelle del Milan

MILAN (3-4-3): Tatarușanu 6; Thiaw 6,5, Kjaer 5,5 (70′ Gabbia 6), Kalulu 6,5; Saelemaekers 6 (89′ Calabria s.v.), Tonali 6 (89′ Pobega s.v.), Krunic 5,5, Hernandez 6,5; Díaz 6 (78′ De Ketelaere s.v.), Giroud 7 (89′ Origi s.v.), Leao 5. All.: Pioli 6,5

a cura di ARTURO CALCAGNI, inviato al Meazza di Milano