Altro
    Altro
      HomeSportLa route vers la Grande Boucle

      La route vers la Grande Boucle

      Pubblicato

      di Davide Pitocco

      Il Giro d’Italia è terminato ed ora inizia la grande camminata verso il Tour, la route vers le Tour.

      Durante la corsa rosa abbiamo potuto ammirare lo sfavillio brillante della meglio gioventù azzurra e non solo, si è apprezzato il talento di Pogacar, che è rimasto positivamente colpito dalla corsa più dura nel paese più bello del mondo.

      A breve ci si dedicherà al Giro del Delfinato, al Giro di Svizzera e finalmente al Tour de France, prima di poter tifare per i tre azzurri impegnati nella corsa in linea Uomini Elité alle Olimpiadi, ma una domanda viene spontanea, chi vi sarebbe piaciuto vedere come vincitore al Giro, ma non è mai stato in grado di raggiungere l’obiettivo?

      Chiappucci ed Aru ci hanno regalato grandi emozioni durante le tante corse rosa a cui hanno partecipato e una vittoria finale se la sarebbero anche meritata.

      Forse anche Baronchelli e Bartoli avrebbero meritato di avere nel loro palmares questa meravigliosa corsa a tappe.

      In questi giorni si è parlato spesso anche del tentativo di accoppiata Giro e Tour che Pogacar potrebbe effettuare. Fino ad ora sono solo 78 i corridori ad averla centrata: Coppi, Anquetil, Merckx, Hinault, Roche, Indurain e Pantani. Tra coloro che ci sono andati vicini vale la pena ricordare Fignon, che perse nel 1984 il Giro da Moser durante l’ultima crono, per andare poi a dominare al Tour; successivamente nel 1989 vinse la corsa rosa, ma poi non fu in grado di arrivare per primo a Parigi sotto l’Arc de Triomphe, sempre a causa di una crono quella finale. Gastone Nencini è stato un altro che per un ciuffo d’erba non ha colto l’accoppiata: nel 1960 venne sconfitto da Anquetil al Giro per soli 28’’ e poi andò a conquistare la Grande Boucle.

      In tanti invece sono riusciti ad avere un piazzamento nella top ten ad entrambe le corse:

      • Chiappucci, secondo al Giro e terzo al Tour nel 1991;
      • Bugno, vincitore al Giro e settimo al Tour del 1990;
      • Hampsten, nel 1992 quinto e quarto al Giro prima e al Tour poi;
      • Jaskula, decimo al Giro e ottavo al Tour del 1995;
      • Rominger, vincitore del Giro e ottavo al Tour nel 1995;
      • Olano, terzo al Giro e nono al Tour nel 1996.

      Dal 2000 in poi gli unici tentativi di primeggiare in entrambe le competizioni nello stesso anno sono stati di Contador, arrivato primo al Giro e quinto al Tour nel 2011 e Froome, vincitore del Giro e terzo al Tour nel 2018; anche Nairo Quintana ci ha provato, dopo essere arrivato nel 2017 sul podio al Giro, per poi classificarsi soltanto dodicesimo alla Grande Boucle. Sempre nel già nominato 2018 Dumoulin non vinse nessuna delle due competizioni, ma chiuse entrambe piazzandosi secondo.

      Per il resto ci godiamo questo sole, riflettendo sul fatto che i nostri eroi sono già in sella per preparare i prossimi appuntamenti sportivi.

      Ultimi Articoli

      FINISSAGE Ludovica Anversa, AUTOTOMIA Sabato 15 giugno, ore 11, Fondazione La Rocca

      Fondazione La Rocca, sabato 15 giugno alle ore 11, invita il pubblico al finissage...

      BASKET, LIBERTAS LIVORNO IN SERIE A2

      Dieci mesi di lavoro duro, di dedizione, sofferenza, sacrificio. Ma alla fine è arrivata...

      PARMA, NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI PER LA LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA

      Parma, 13 giugno 2024 – L’identificazione di nuovi approcci terapeutici per la leucemia mieloide acuta è...

      Termini Imerese, incontro sul futuro dell’ex stabilimento Fiat: assessore Albano replica al sindaco Terranova

      «Dispiace leggere le dichiarazioni del sindaco di Termini Imerese che tendono a sconfessare l'operato...

      Altre notizie

      FINISSAGE Ludovica Anversa, AUTOTOMIA Sabato 15 giugno, ore 11, Fondazione La Rocca

      Fondazione La Rocca, sabato 15 giugno alle ore 11, invita il pubblico al finissage...

      BASKET, LIBERTAS LIVORNO IN SERIE A2

      Dieci mesi di lavoro duro, di dedizione, sofferenza, sacrificio. Ma alla fine è arrivata...

      PARMA, NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI PER LA LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA

      Parma, 13 giugno 2024 – L’identificazione di nuovi approcci terapeutici per la leucemia mieloide acuta è...