Altro
    Altro
      HomeSportMerlier strappa il poker dalle mani di Milan

      Merlier strappa il poker dalle mani di Milan

      Pubblicato

      di Davide Pitocco
      La carovana scende verso Padova, per una delle tappe meno complicate, prima delle ultime difficoltà sulle grandi montagne, da Fiera di Primiero a Padova per un totale di 166 km.
      Maestri e Pietrobon sono subito entrati nella fuga di giornata, perché c’è proprio una speciale classifica sulla combattività e Pietrobon per ora stringe tra le mani il primato. Purtroppo il gruppo dei battistrada ha un vantaggio di 1’36’’; evidentemente le squadre dei velocisti non sono intenzionati a lasciare spazio agli attaccanti. La fuga ha preso il via poco dopo la partenza, in un momento in cui sulla corsa si stava abbattendo un vero e proprio diluvio. Quando mancano invece 90 km al traguardo, il sole gioca a nascondino tra le nubi e ogni tanto si affaccia per far sentire il suo caldo sorriso sulle spalle dei corridori.
      I 4 fuggitivi sono: Honoré (EF), Maestri (Polti), Pietrobon (Polti) e Fiorelli (Bardiani).
      Nel Giro del 1962, sempre il 23 maggio, Joseph Carrara va all’attacco, quando mancano 200 chilometri e da solo si invola verso il traguardo, che taglia con 1’44” sul gruppo degli inseguitori, guidato dall’olandese Van Est, Taccone e Anglade. Chissà che la fuga non possa alla fine vivere la stessa magia avvenuta 62 anni addietro.
      La Lidl Trek scandisce il ritmo e lentamente si divora tutto il vantaggio dei battistrada e quando mancano 9 km, dopo 160 di fuga, vengono ripresi e in vista dell’atteso traguardo le squadre dei velocisti si mettono all’opera per portare avanti le loro ruote veloci. Però Alaphilippe ad un chilometro dalla fine strappa sul gruppo e tenta un allungo. Sul finale una doppia curva taglia fuori Milan che tenta un poderoso rientro, da molti ritenuto impossibile. Dainese nel frattempo parte troppo presto, ma riesce a conquistare la quarta piazza e Merlier ne approfitta e sulla destra riesce a superare Milan, per pochi centesimi di secondo e Groves.
      Dopo la tappa Milan ha dichiarato: “ La mia squadra è stata perfetta, ha svolto un lavoro egregio ed infatti mi dispiace aver vanificato i loro sforzi. La sconfitta di oggi è solo colpa mia. Il finale è stato più pericoloso ed insidioso del previsto.”
      Anche il nostro Mario è dello stesso avviso del gigante della Lidl: “ Si è letteralmente perso i compagni di squadra che lo stavano guidando verso il rettilineo finale. Lui è potenza pura, ma deve imparare a tenere meglio le posizioni. Ha tentato un recupero prodigioso, ma alla fine non ce l’ha fatta. Se ce l’avesse fatta, sì che sarebbe stata una vera impresa!”
      Milan ha una potenza incredibile, ma deve migliorare il timing di inserimento e partenza, perché a volte dà la sensazione di perdere gare già vinte. Se sistema quelle, molto probabilmente potrebbe diventare un nuovo Cipollini. Domani si torna in montagna, per una di quelle frazioni che possono lasciare il segno.

      Ultimi Articoli

      FINISSAGE Ludovica Anversa, AUTOTOMIA Sabato 15 giugno, ore 11, Fondazione La Rocca

      Fondazione La Rocca, sabato 15 giugno alle ore 11, invita il pubblico al finissage...

      BASKET, LIBERTAS LIVORNO IN SERIE A2

      Dieci mesi di lavoro duro, di dedizione, sofferenza, sacrificio. Ma alla fine è arrivata...

      PARMA, NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI PER LA LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA

      Parma, 13 giugno 2024 – L’identificazione di nuovi approcci terapeutici per la leucemia mieloide acuta è...

      Termini Imerese, incontro sul futuro dell’ex stabilimento Fiat: assessore Albano replica al sindaco Terranova

      «Dispiace leggere le dichiarazioni del sindaco di Termini Imerese che tendono a sconfessare l'operato...

      Altre notizie

      FINISSAGE Ludovica Anversa, AUTOTOMIA Sabato 15 giugno, ore 11, Fondazione La Rocca

      Fondazione La Rocca, sabato 15 giugno alle ore 11, invita il pubblico al finissage...

      BASKET, LIBERTAS LIVORNO IN SERIE A2

      Dieci mesi di lavoro duro, di dedizione, sofferenza, sacrificio. Ma alla fine è arrivata...

      PARMA, NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI PER LA LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA

      Parma, 13 giugno 2024 – L’identificazione di nuovi approcci terapeutici per la leucemia mieloide acuta è...