Altro
    Altro
      HomeSportMilan 23/24: L’accettazione della mediocrità

      Milan 23/24: L’accettazione della mediocrità

      Pubblicato

      di Pierpaolo Di Carlo

      Un tifoso neutrale, trovando il Milan al secondo posto, probabilmente rimarrebbe confuso dalle enormi critiche che costellano l’ambiente rossonero da diversi mesi. Se è vero che solo un’Inter dirompente è riuscita a mettersi davanti ai rivali di sempre, è altrettanto vero che le aspettative e le pretese dei tifosi casciavìt hanno un’origine precisa e chiara: rinnegare quel sentimento di mediocrità che per loro ha caratterizzato questa stagione, riconoscibile sia negli occhi di chi ha gestito la società, sia in quelli di chi ha allenato i giocatori.

      La verità, per quanto a posteriori sia facile ammettere i propri insuccessi, è che il Milan non ha più avuto uno straccio di obiettivo da inizio dicembre, quando è uscito dalla Champions con una speranza flebile di poter competere in Europa League e con un campionato già perso da un mese. L’esercizio preferito dai tifosi italiani, ovvero l’assegnazione delle colpe, come al solito ha visto l’allenatore protagonista. Tuttavia, un fondo di verità c’è sempre e in questo caso, alla luce di una media di infortuni stagionali che dopo quattro anni non può essere figlia della malasorte, sei derby persi di fila con note di contorno avvilenti, fra cui una semifinale di Champions, un gioco affievolitosi sempre di più dopo la vittoria dell’ultimo scudetto e umiliazioni normalizzate come se stessimo parlando di una squadra di bassa classifica, direi che la voragine è bella profonda. 

      Eppure, allargando le nostre vedute, ci renderemo conto di come i problemi abbiano un’altra matrice comune, una a stelle e strisce che, in linea con le scelte dell’ultimo periodo, non sembra ancora aver compreso cosa abbia scatenato l’inferno fra i tifosi del diavolo, senza che Russel Crowe proferisse parola.

      Ultimi Articoli

      VASTO, “UN MARE DI BELLEZZA CON EVENTI PER TUTTI I GUSTI E PER TUTTE LE ETÀ”

      Il Concerto per il Solstizio inaugura l’estate vastese. Ricco il calendario di iniziative “La stagione...

      Oggi è il World Rainforest Day

      Nonostante ricoprano meno del 3% del Pianeta, le foreste pluviali ospitano più della metà delle specie...

      La notte di San Giovanni, il Natale d’estate a Borgo Case, Pescara

      La notte di San Giovanni, come la conosciamo oggi, tramandataci dai nostri nonni, ripresa...

      Liste di attesa. Precisazioni della ASL di Pescara e lotta alla disinformazione

      In merito alle notizie apparse sugli organi di stampa (es. “Il Centro” di oggi,...

      Altre notizie

      VASTO, “UN MARE DI BELLEZZA CON EVENTI PER TUTTI I GUSTI E PER TUTTE LE ETÀ”

      Il Concerto per il Solstizio inaugura l’estate vastese. Ricco il calendario di iniziative “La stagione...

      Oggi è il World Rainforest Day

      Nonostante ricoprano meno del 3% del Pianeta, le foreste pluviali ospitano più della metà delle specie...

      La notte di San Giovanni, il Natale d’estate a Borgo Case, Pescara

      La notte di San Giovanni, come la conosciamo oggi, tramandataci dai nostri nonni, ripresa...