Altro
    Altro
      HomeSportMilan, niente rivincita col Chelsea. Tomori buca tra le proteste, ottavi più...

      Milan, niente rivincita col Chelsea. Tomori buca tra le proteste, ottavi più complicati

      Pubblicato

      Un’altra serata nel segno di Tomori. Questa volta negativamente. Tre giorni dopo il successo meritato contro la Juve, il Milan torna a cadere in casa al cospetto del Chelsea: 2-0 il finale. Un ko da assorbire diversamente rispetto a quello di Londra: finchè hanno potuto i rossoneri hanno retto cercando pure di riaprire un match apparso ai più morto e sepolto appena superata la mezz’ora. Non facile, eufemismo, giocare 72 minuti in dieci dopo il rosso rifilato dall’arbitro Siebert a Tomori per una trattenuta in area su Mount. Una decisione quella del fischietto tedesca a dir poco severa (tantissime le contestazioni in campo e sui social ): l’inglese trattiene il compagno di nazionale che riesce pure a calciare. Tatarusanu para ma è rigore. Protesta il centrale dei Campioni d’Italia anche c’è poco da fare: a realizzare poi dal dischetto è l’azzurro Jorginho. Al novantesimo l’unica vera nota positiva è il pareggio tra Dinamo Zagabria e Salisburgo che tiene in vita le speranze degli ottavi. E pure la crescita di Dest, entrato bene in gara.

      A fare la differenza in Europa, come ripetuto più volte, sono i dettagli. Quello in cui è mancato Tomori, il quale si è visto sfilare Mount alle spalle su imbucata di James: un errore fatale. Si tratta dell’ennesima disattenzione europea dell’ex di turno, sul quale bisogna sicuramente aprire una riflessione. Siamo sicuri che sia un difensore di alto livello pure in territorio europeo?Tornando al match, il gol poco dopo la mezz’ora di Aubameyang ha spento ogni velleità del Milan, costretto successivamente a evitare il peggio davanti al pubblico di casa. Certo, sarebbe potuto andare diversamente se Giroud non si fosse divorato, di testa, il gol dell’1-1 ma tant’è: non si può vivere di rimpianti. Tra due settimane sarà la volta di Zagabria: un match da vincere a tutti i costi o quasi per sperare di proseguire il percorso nell’Europa che conta.

      Ultimi Articoli

      Pescara-Catanzaro, le formazioni ufficiali

      Pescara (4-3-2-1): Plizzari, Cancellotti, Brosco, Boben, Milani, Gyabuaa, Kraja, Mora, Cuppone, Tupta, Lescano. A...

      Voci di doppiatori nel tempo

      Pubblichiamo la fascinosa e articolata ricerca storica di un appassionato, Giovanni Mongelli, sulle voci...

      Montesilvano è da 40 anni senza un Piano urbano del traffico (obbligatorio)

      Pubblichiamo un intervento di Giuseppe Di Giampietro, architetto, progettista di strade ed esperto di...

      Corneli (Consorzio Rilancio Vestino): “Con la riforma del Superbonus, guadagna solo chi ha i soldi”

      Florio Corneli, presidente di Federmanager Abruzzo e Molise e del Consorzio Rilancio Vestino, che...

      Altre notizie

      Pescara-Catanzaro, le formazioni ufficiali

      Pescara (4-3-2-1): Plizzari, Cancellotti, Brosco, Boben, Milani, Gyabuaa, Kraja, Mora, Cuppone, Tupta, Lescano. A...

      Voci di doppiatori nel tempo

      Pubblichiamo la fascinosa e articolata ricerca storica di un appassionato, Giovanni Mongelli, sulle voci...

      Montesilvano è da 40 anni senza un Piano urbano del traffico (obbligatorio)

      Pubblichiamo un intervento di Giuseppe Di Giampietro, architetto, progettista di strade ed esperto di...