Altro
    Altro
      HomeCulturaPremio Benedetto Croce: svelati i nomi degli scrittori vincitori della XIX Edizione....

      Premio Benedetto Croce: svelati i nomi degli scrittori vincitori della XIX Edizione. Foto e video

      Pubblicato

      L’Aquila, 28 giugno – Donatella Di Pietrantonio, “L’età fragile”, (Einaudi), per la narrativa; Massimo Teodori, “Antitotalitari d’Italia”, (Rubbettino), per la saggistica; Giorgio Zanchini, “Esistono gli italiani”, (Rai libri). Sono i vincitori della XIX edizione del Premio Nazionale di Cultura Benedetto Croce di Pescasseroli. Ad Igiaba Scego, autrice del volume “Cassandra a Mogadiscio”, (Bompiani) la Giuria destina una menzione speciale. I nomi sono stati svelati questa mattina nel corso di una conferenza stampa all’Aquila, ospitata a Palazzo dell’Emiciclo. Il Consiglio regionale partecipa al sostegno finanziario dell’evento, in ottemperanza alla legge del 2012 che ha legato indissolubilmente l’Ente regionale al Premio.

      LE DICHIARAZIONI

      Per l’Assemblea legislativa è intervenuto il consigliere Pierpaolo Pietrucci che ha ringraziato gli organizzatori “per l’impegno e la passione” e sottolineato la valenza culturale ed educativa della manifestazione. “E’ una sfida riuscita quella di riuscire a coinvolgere così tanti ragazzi e ragazze delle scuole abruzzesi e italiane. Nell’impegno di leggere, maneggiare i libri, innamorarsi della lettura. La Regione sostiene e sosterrà sempre ogni sforzo fatto con questo stile e per questi nobili scopi”. Il sindaco di Pescasseroli, Giuseppe Sipari, sottolinea il “filo rosso” che in questa edizione lega il Premio con la complicata situazione sociale che sta vivendo Pescara. “Invito tutti a Pescasseroli nelle giornate dell’evento. Mai come quest’anno si unisce cultura a cultura – ha detto Sipari – Oggi siamo protagonisti con gli “Stati Generali dei Patti per la Lettura” e ci riconnettiamo anche alle iniziative che preparano la celebrazione di L’Aquila Capitale della Cultura”.

      Infine, l’organizzatore e anima del Premio, Pasquale D’Alberto: “Il nostro non è un Premio da effetti speciali. Cerchiamo ogni anno di scavare a fondo alle tematiche, rilanciando le diverse sfaccettaure della produzone di Croce. Proviamo a lasciare una traccia significativa”. Alla conferenza stampa, in rappresentanza delle giurie popolarI, erano presenti le professoresse, Silvia Arcano, dell’Istituto Da Vinci-Colecchi e Antonietta Di Pasquale del Convitto Cotugno. Assente per motivi di salute, la scrittrice Dacia Maraini, Presidente della Giuria del Premio.

      IL PROGRAMMA

      L’evento conclusivo, a Pescasseroli, è previsto per i giorni 25, 26 e 27 Luglio. Le giornate si apriranno Giovedì 25 Luglio, alle ore 21, con la proiezione del film “Io capitano”, di Matteo Garrone, presso il cinema Ettore Scola di Pescasseroli. Il regista, prima della proiezione, invierà un messaggio al Premio. Venerdi 26 Luglio, alle ore 10, presso il Centro Visite del Pnalm, lo scrittore Peppe Millanta dialogherà con Pasquale D’Alberto, Premio Croce, e con Giovanni Cannata, Presidente del Pnalm, sul suo libro “Cronache da Dinterbild”, Neo Editore. Alle ore 17,00, in piazza Umberto I, il riconoscimento dedicato al linguista Luca Serianni, a due anni esatti dalla scomparsa, indimenticato componente della Giuria del Premio. Il riconoscimento è indirizzato alle buone pratiche delle scuole abruzzesi giurie Popolari del Premio. La giuria ha assegnato il riconoscimento alla Scuola Aterno Manthonè di Pescara, che ha nel suo programma la Scuola, il gruppo di studio del Carcere di San Donato e il doposcuola per adulti, il tutto in una delle zone più sensibili di Pescara.

      Alle ore 18, sarà presentato, in prima assoluta, il volume “Il redivivo. Benedetto Croce ed il quaderno segreto”, curato da Emma Giammattei, componente della Giuria del Premio. La professoressa Giammattei dialogherà con il giornalista Giancristiano Desiderio e con lo studioso Arnone Sipari. Saranno presenti i dirigenti della Casa Editrice Hoepli Marco Sbrozi e Giovanni Hoepli. Sempre Venerdi 26, alle ore 21, in piazza Umbero I, incontro con Giorgio Zanchini, conduttore televisivo e vincitore del Premio Croce 2024 per la letteratura giornalistica. Sabato 27 Luglio, alle ore 10, presso il Cinema Ettore Scola, consegna e riflessioni in occasione del premio alla memoria a Jaques Delors, costruttore della nuova Europa unita. Interverranno il dott. Gianni Letta, il senatore Riccardo Nencini e l’onorevole Deputato Europeo Antonio De Caro. Alle ore 17, in piazza Umberto I, premiazione dei vincitori del Premio nazionale di Cultura Benedetto Croce 2024, XIX edizione e riconoscimento al lavoro delle 52 giurie popolari, corredata dall’esibizione del Coro X Sinfonia di Pescasseroli. Il momento sarà presieduto e diretto da Dacia Maraini, Presidente della Giuria del Premio. 

      dichiarazioni Cons. reg. Pietrucci e del Sindaco Pescasseroli

      dichiarazione Pasquale D’Alberto con presentazione vincitori

      Ultimi Articoli

      Carenza idrica a Pescara, dura replica di Masci a Pettinari

      PESCARA 20 lug. 2024 – “Il consigliere comunale Domenico Pettinari continua a gettare benzina...

      DANCING MOVIE STARS: IN SCENA A TERAMO “LA NAVE” DI GABRIELLINO D’ANNUNZIO E MARIO RONCORONI

      Teramo 20 luglio 2024 – Lunedì 22 luglio, alle ore 20.45, a Teramo in...

      CGIA: ANCHE NEL 2024 LOMBARDIA, EMILIA ROMAGNA E VENETO SARANNO IL MOTORE DEL PAESE

      Anche nel 2024 la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto saranno le regioni che...

      “Back to the real world”, lo spettacolo conclusivo della UT Factory

      Il 22 luglio alle ore 20.45, l'impresa Unaltroteatro di Lorenza Sorino ed Arturo Scognamiglio, porta in...

      Altre notizie

      Carenza idrica a Pescara, dura replica di Masci a Pettinari

      PESCARA 20 lug. 2024 – “Il consigliere comunale Domenico Pettinari continua a gettare benzina...

      DANCING MOVIE STARS: IN SCENA A TERAMO “LA NAVE” DI GABRIELLINO D’ANNUNZIO E MARIO RONCORONI

      Teramo 20 luglio 2024 – Lunedì 22 luglio, alle ore 20.45, a Teramo in...

      CGIA: ANCHE NEL 2024 LOMBARDIA, EMILIA ROMAGNA E VENETO SARANNO IL MOTORE DEL PAESE

      Anche nel 2024 la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto saranno le regioni che...