POSTE ITALIANE: NEL CENTRO OPERATIVO DI PESCARA UN GIARDINO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

0
71

L’iniziativa spontanea di un gruppo di dipendenti uomini che omaggia le colleghe con rose e fiori

Nell’ufficio postale di viale Luisa D’Annunzio, a larga maggioranza rosa, dipendenti con il fiocco rosso

In tre uffici postali di Pescara cartolina e annullo filatelico per la Giornata Internazionale della Donna

In tutta la provincia di Pescara, tra uffici postali e centri di distribuzione, le donne sono il 65% dell’intero personale, 12 punti in più rispetto alla media di Poste Italiane a livello nazionale.

Donne in maggioranza anche nel Centro Operativo cittadino, dove la presenza femminile arriva a comprendere il 54% della forza lavoro e fornisce un contributo importante in tutti i settori di attività dell’imponente struttura di via Volta. Il Centro Operativo di Pescara ha un peso specifico rilevante nella logistica abruzzese poiché, tra le altre cose, si occupa di alimentare con pacchi e corrispondenza tutti i centri di distribuzione delle province di Pescara e Chieti e parzialmente le province di Teramo e Campobasso. Nell’ambito dei processi logistici, inoltre, il centro di via Volta gestisce anche pacchi e corrispondenza in uscita dagli stessi territori. Un lavoro importante, che richiede impegno, condivisione degli sforzi e attenzione al risultato da parte di tutto il personale. Basti pensare che durante i periodi di picco il centro arriva a smistare fino a 12mila pacchi a notte.

L’iniziativa. Da qualche tempo, terminata la giornata di lavoro, prima di rientrare a casa i dipendenti hanno un’ultima piccola mansione da svolgere. Un compito questa volta volontario, ma che richiede altrettanta dedizione: la cura del giardino. Uno spazio verde dove fioriscono rose, narcisi, gigli e tulipani.

A raccontare la singolare iniziativa, nata lo scorso anno per opera di alcuni dipendenti uomini, è il responsabile della struttura Alessandro Sabatini: “È partito tutto la scorsa primavera e in modo del tutto spontaneo, con la piantumazione di talee di rose nel piccolo appezzamento di terra del piazzale prospiciente il nostro stabilimento. Un’area di circa 80 metri quadrati, bonificata e recuperata da un gruppetto di dipendenti che al termine del turno di lavoro ha cominciato a prendersi cura di questo spazio con tanta dedizione. Spinto in particolare dall’entusiasmo di Ascenzo e Alfredo, ho incoraggiato il mantenimento del giardino e l’installazione di bacheche fotografiche per documentare il loro impegno”.

Un impegno che a distanza di qualche mese ha prodotto i primi risultati, come spiega il direttore: “È stato un continuo fiorire di rose: oltre cento, con le quali i colleghi hanno omaggiato tutte le colleghe donne. È stato un bellissimo momento, tutte le donne si sono fatte immortalare con la rosa ricevuta in dono, con commozione e un bel sorriso”.

Il valore dell’iniziativa. Un gesto semplice, ma carico di significato e assai apprezzato dalle colleghe che ne hanno subito colto il valore, in un’epoca che malgrado importanti conquiste sociali, politiche ed economiche purtroppo è ancora segnata da violenze di genere e diffuse forme di discriminazione. Sabatini si sofferma proprio sulla valenza simbolica di questa iniziativa: “Oltre al recupero e alla valorizzazione di uno spazio aziendale in disuso, la cura di questo giardino è il nostro modo di promuovere la cultura del rispetto verso le donne e di condannare con forza ogni tipo di violenza su di loro, anche nei luoghi di lavoro. Un’attenzione che nel nostro centro si concretizza anche attraverso altri piccoli gesti quotidiani, dalla massima disponibilità per un cambio turno oppure il lasciare loro il parcheggio”.

I “numeri rosa” negli uffici postali. Negli 80 uffici postali della provincia di Pescara le donne rappresentano il 70% del personale (secondo dato più alto in Abruzzo, dopo Chieti). Donne in netta maggioranza in tutti i 13 uffici postali di Pescara, con un rapporto in molti casi raggiunge o supera il 75%. Tra questi, quello di viale Luisa D’Annunzio (Pescara 3), dove in questi giorni tutti i dipendenti, compreso il direttore Luciano Potenza, stanno indossando il fiocco rosso simbolo della lotta contro la violenza sulle donne.

Cartolina e annullo filatelico per l’8 marzo. Poste Italiane celebra la Giornata Internazionale della Donna con una cartolina filatelica e un annullo speciale. A Pescara i due prodotti filatelici sono disponibili negli uffici postali con sportello filatelico di Pescara Centro (corso Vittorio Emanuele), Pescara 4 (via Cavour) e Pescara 9 (viale De Amicis), oltre che sul sito poste.it. Inoltre, nelle sedi di corso Vittorio Emanuele e via Cavour venerdì 8 marzo dalle 8.30 alle 13 sarà allestito uno stand con ulteriori prodotti filatelici dedicati alla ricorrenza. Un’occasione unica per ogni collezionista o per chi, semplicemente, vuole ricordare in modo originale una giornata particolare, facendo dono della colorata cartolina a una persona cara o inviando un messaggio a un destinatario.