E’ USCITO IN DIGITALE L’ALBUM LIVE “LA NOTTE DEI SERPENTI”

0
161

CON LE REGISTRAZIONI DELL’OMONIMO CONCERTONE IDEATO E DIRETTO DAL MAESTRO ENRICO MELOZZI PER CELEBRARE LA CULTURA E LA MUSICA TRADIZIONALE ABRUZZESE

Dopo il successo live a luglio allo Stadio del Mare di Pescara con oltre 10.000 spettatori, LA NOTTE DEI SERPENTI, il concertone ideato e diretto dal Maestro ENRICO MELOZZI per celebrare la cultura abruzzese e la sua tradizione musicale, diventa un album!

Venerdì scorso, 15 dicembre, è uscito  l’album live “LA NOTTE DEI SERPENTI” (distribuzione Ada Music) sarà disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download.

L’album è disponibile in pre-save al seguente link: https://ada.lnk.to/lanottedeiserpenti.

Con la produzione artistica di Enrico Melozzi e la produzione esecutiva di Francesca Raponi, l’album contiene le registrazioni live dei brani che sono stati proposti nel corso della prima edizione del concertone che ha visto sul palco GIUSY FERRERI, GIANLUCA GRIGNANI, MR.RAIN, ELSA LILA e tanti artisti e musicisti abruzzesi, accompagnati dall’ORCHESTRA DEI SERPENTI diretta dal Maestro ENRICO MELOZZI.

Con La Notte Dei Serpenti Enrico Melozzi ha voluto rendere omaggio all’Abruzzo realizzando un viaggio musicale alla riscoperta della cultura e delle tradizioni locali. Per fare questo ha scelto di “pop-izzare” il dialetto abruzzese e “dialettizzare” il pop, creando così un connubio unico tra le tradizionali melodie abruzzesi e la musica pop contemporanea.

«Questo disco è la summa del lavoro immane svolto da me e dai miei collaboratori sulla musica popolare della terra in cui sono nato. È un disco molto ricco di suoni e colori, di altissimo contenuto poetico e tecnico – dichiara il Maestro Enrico Melozzi – Spero che l’Abruzzo possa ripartire da questo disco, perché a volte può accadere che un popolo si unisca attorno ad una canzone».

Includendo brani simbolici della tradizione abruzzese come Vola Vola Vola, che incarna l’essenza dell’Abruzzo con le sue montagne, mari, borghi e storie, ma anche brani come Nu Seme Nu”, versione in dialetto abruzzese di “Supereroi” di Mr.Rain, l’album rappresenta un inno alla terra, all’identità e allo spirito indomito degli Abruzzesi e allo stesso tempo crea un legame tra le generazioni con l’obiettivo di celebrare sempre più la ricchezza e la diversità del patrimonio musicale regionale.

Per dare il nome a questa esperienza musicale che propone musiche tradizionali e popolari abruzzesi in un contesto di “contaminazione” di ritmi e di armonizzazioni che, partendo dal folk, si estende anche al pop e al rock, il direttore artistico Enrico Melozzi ha scelto di ispirarsi al celebre culto di San Domenico,che vede il suo punto apicale nell’antichissimo rito “Festa dei Serpari” a Cocullo (L’Aquila), identificando nel serpente un simbolo esotico, potente, misterioso, affascinante e attrattivo.

Questa la tracklist dell’album “La Notte Dei Serpenti”: “Intro”, “Nu Seme Nu (Supereroi)” con Mr. Rain, “Marrocche e Frusce”, “La Fija Me’”, “Addije Amore/Lule Lule (Casche La Live)” con Elsa Lila, “Li Misciarule”, “Tutte Le Fundanelle”, “All’Orte”, “Maremaie (Scuramaje)” con Giusy Ferreri, “La Jerv’a Lu Cannete (Intro)”, “La Jerv’a Lu Cannete”, “J’Abruzzu”, “Marattè”, “La Capa Marite”, “Quando Ti Manca Il Fiato” con Gianluca Grignani, “Destinazione Paradiso” con Gianluca Grignani, “Vola Vola” e “Vola Vola (reprise)”.

Gli arrangiamenti, le armonizzazioni, le orchestrazioni e le composizioni sono stati curati del direttore artistico e musicale Enrico Melozzi che inoltre ha diretto l’Orchestra dei Serpenti, composta da Marco Dirani (basso), Nicola Santi Costa Alberto Barsi (chitarra elettrica), Roberto Junior Spina (batteria), Salvatore Mufale (tastiere e sequenze), Danilo Di Paolonicola (organetto e fisarmonica), Gionni Di Clemente (chitarra acustica), Christian Di Marco (ciaramella), Carmelo Maria Colajanni (fiati), Armando Rotilio e Martina Zecca (voci e tamburelli), Anna Azzola (voce e violino), Alessandra VenturaTeresa ScaleseGiuseppe Di CesareFranco Palumbo Roppoppò, Cinzia CantoresiAngela CantoresiElena CicconiMonica DezziCristiana Falconi e Letizia Serpentini (voci). 

Il M° Melozzi ha anche suonato una chitarra romantica del 1816,appartenuta a suo nonno, e ha anche interpretato alcuni brani come cantante.

Ad impreziosire ulteriormente il brano Nu Seme Nu (Supereroi)le voci del coro dei Piccoli Cantori Della Pace diretto dai Maestri Isabella Giorcelli e Alberto De Sanctis.

Oltre a portare avanti un percorso di ricerca etnomusicologicaEnrico Melozzi ha curato la traduzione dei testi in lingua dialettale abruzzese insieme a Nicoletta Melozzi, Giuseppe Di Cesare ed Elso Simone Serpentini (quest’ultimo ha curato anche il libretto che accompagna l’album).

Il concertone è diventato anche un programma televisivo andato in onda il 31 agosto su Rai 1 per la regia di Angelo Bozzolini (produttore di Che Storia è la Musica con Ezio Bosso e de Il Coraggio di essere Franco) realizzato grazie al contributo del main sponsor dell’evento Confimi Indistria Abruzzo. Lo spettacolo, condotto dalla giornalista e presentatrice televisiva Monica Giandotti, è stato ripreso da 10 telecamere in 4k e montato con una ripresa fedele dall’altissima qualità artistica per restituire il ritmo del progetto artistico del Maestro Melozzi.

ENRICO MELOZZI è un compositore, direttore d’orchestra, violoncellista e produttore discografico italiano. Nel 1999 diventa assistente di Michael Riessler, con il quale collabora dapprima come copista e poi come arrangiatore e produttore artistico: questa esperienza lo porta ad avvicinarsi alla musica contemporanea mondiale. Nel 2002 debutta come direttore d’orchestra con la sua opera su Oliver Twist. Inizia a comporre opere liriche, opere sacre, colonne sonore per cortometraggi, lungometraggi e spettacoli teatrali per le quali riceve numerosi riconoscimenti importanti.

Nel 2007 fonda Cinik Records l’etichetta discografica indipendente con la quale produce in pochi anni oltre 30 titoli. Insieme a Giovanni Sollima fonda il gruppo 100 Cellos ed è promotore della prima maxi-reunion di violoncellisti in Italia, che ha radunato a marzo 2012 più di 140 violoncellisti provenienti da tutto il mondo. Nel 2016 fonda l’Orchestra Notturna Clandestina, di cui è direttore musicale. Per sostenere l’orchestra economicamente organizza a Roma i Rave Clandestini di Musica Classica, vero e proprio esperimento sociale in cui la musica classica è protagonista di un concerto di oltre 15 ore. Nel 2021 gli viene affidato l’incarico di Maestro Concertatore della Notte della Taranta, ruolo che condividerà con la cantautrice Madame. È promotore del primo laboratorio al mondo di composizione musicale collettiva, dove compositori di tutte le età e astrazioni artistiche, compongono collettivamente, al servizio di un regista e di uno spettacolo teatrale. Ha diretto l’orchestra del Festival di Sanremo per Noemi (2012 e 2014), Achille Lauro (2019), Pinguini Tattici Nucleari (2020), Fasma (2021), Måneskin (2021, 2022 e 2023), Highsnob & Hu (2022), Ana Mena (2022), Giusy Ferreri (2022), Mr.Rain (2023), Sethu (2023) e Gianluca Grignani (2023). Negli anni ha firmato gli arrangiamenti di numerosi brani di artisti del calibro di Rocco Hunt, Il Volo, Niccolò Fabi e tanti altri.