Giovani a confronto, abitudini, idee, progettualità e nuovi servizi

0
135

Presentazione della ricerca che ha coinvolto 514 giovani fra i 16 e i 35 anni residenti nei 22 Comuni dell’ambito sociale. Lo studio ha favorito la redazione di una proposta di legge regionale che sarà illustrata all’assessore Quaresimale e al presidente Consiglio regionale Lorenzo Sospiri

Giovani che mostrano interesse e propensione al volontariato e che chiedono più servizi tra i quali luoghi di incontro per lo studio, spazi di coworking per neoprofessionisti, centri di educazione ambientale. È ricca di spunti la ricerca sulla condizione dei giovani che vivono in 22 Comuni della provincia di Pescara che verrà presentata il 22 febbraio a Manoppello (Sala Wojtyla, ore 10) e che conclude “Futuro è partecipazione” il progetto dell’Ente d’Ambito sociale Montagna pescarese (Ecad 17), finanziato dalla Regione Abruzzo, a valere sull’Avviso “Abruzzo Giovani 2020”.

All’incontro di Manoppello interverranno il presidente dell’Ecad 17 e sindaco di Manoppello Giorgio De Luca, la coordinatrice della conferenza di sindaci Giulia De Lellis, il responsabile dell’Ufficio di Piano Massimiliano Esposito, il referente del progetto Donato Di Renzo, il responsabile dell’associazione Solideando Natalino Farao. Parteciperanno inoltre il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e l’assessore regionale alle Politiche sociali Pietro Quaresimale e saranno presenti sindaci e amministratori dei 22 Comuni dell’ambito sociale e i giovani che hanno preso parte al progetto.

Grazie alla somministrazione di 514 questionari a ragazzi e giovani fra i 16 e i 35 anni dei Comuni di Abbateggio, Alanno, Bolognano, Bussi sul Tirino, Caramanico Terme, Castiglione a Casauria, Corvara, Cugnoli, Lettomanoppello, Manoppello, Pescosansonesco, Pietranico, Popoli, Roccamorice, Salle, Sant’Eufemia a Maiella, Scafa, Serramonacesca, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Tocco da Casauria, Torre de Passeri e Turrivalignani, lo studio sul campo realizzato dall’Ecad 17, con Manoppello Comune capofila, e dall’associazione Solideando Ets e concretizzatosi grazie al lavoro di sei giovani del territorio che hanno intervistato i loro coetanei, è in grado di fornire una prima ed interessante fotografia su necessità ed aspettative dei giovani del pescarese.

“Futuro è Partecipazione è un progetto in cui il nostro Ambito ha creduto e investito – hanno spiegato il presidente dell’Ecad 17 e sindaco di Manoppello Giorgio De Luca e la coordinatrice dell’Ufficio di piano ed assessore comunale alle Politiche sociali Giulia De Lellis -. Grazie all’impegno e all’entusiasmo dei giovani del pescarese che hanno somministrato i questionari, Federica Di Renzo, Daniele Berardi, Cristina Corraro, Ettore Conte, Marika Costantini, Kristel Natale e per un breve periodo Niko Spadaccini, e del presidente dell’associazione Solideando Natalino Farao è stata portata avanti una ricerca che posa su solide basi scientifiche e statistiche e che, accanto allo studio, ha favorito la redazione di una proposta di redazione di una legge regionale a sostegno delle Politiche giovanili che presenteremo all’assessore regionale Pietro Quaresimale e al presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri”.

Il questionario, redatto da un team di sociologici, educatori professionali, psicoterapeuti, suddiviso in aree tematiche, è stato somministrato in doppia modalità sia in presenza, nel corso di eventi pubblici, che online da sei ricercatori, selezionati a seguito di avviso pubblico.

L’Ecad 17 è costituito da 22 Comuni, di cui circa il 50% è al di sotto dei mille abitanti, per un totale di circa 41mila abitanti. La ricerca ha riguardato i giovani di età compresa fra i 16 e i 35 anni che rappresentano il 12,5% della popolazione generale. L’universo studentesco rappresenta il 51,4% degli intervistati. Sul totale il 10% è disoccupato mentre il 34,1% ha un’occupazione.