Il Delfino spaventa la Zebra

0
99

Davanti ai 7.187 dell’Adriatico netto successo dei biancazzurri sulla Juve Next Generation. Primo tempo rutilante per i ragazzi di Zeman. Nella prima di campionato funziona benissimo la fase offensiva favorita, comunque, dall’impalpabilità dei “piccoli” bianconeri.

Pescara-Juventus Next Gen 3-1 (3-0)

Marcatori: 11′ pt Cuppone (P), 33’pt Accornero (P), 42’pt Cuppone (P), 9′ Guerra (J)

Pescara (4-3-3): Plizzari 6; Pierno 6, Brosco 6, Mesik 6,5, Milani 6,5 (40’st Moruzzi sv); Manu 6 (1’st Aloi 6,5), Squizzato 6, Tunjov 6 (23’st Dagasso 6); Merola 6 (41’st Masala sv), Cuppone 7,5, Accornero 7. All. Zeman. A disposizione: Ciocci, Barretta, Vergani, Floriani Mussolini, Mora, Pellacani, Staver, De Marco.

Juventus Next Gen (3-5-2): Garofani 5,5; Stivanello 6 (33′ st Perotti), Huijsen 5,5, Muharemovic 5,5; Mulazzi 6, Maressa 5,5 (23’st Comenencia 5,5), Damiani 5,5, Hasa 5,5 (23 Nonge 5,5), Turicchia 6; Mbangula 6 (27’st Cerri 5,5), Guerra 6. All. Brambilla. A disposizione: Scaglia, Fuscaldo, Rouhi, Mancini, Citi, Valdesi.

Arbitro: Domenico Mirabella della sezione di Napoli. Assistenti: Michele Decorato della sezione di Cosenza e Cosimo Schirinzi della sezione di Casarano. IV Uomo: Antonio Liotta della sezione di Castellammare di Stabia.

Ammoniti: Hasa, Guerra, Huijsen (J), Pierno (P)

Note:Spettatori paganti 5.726 (20 ospiti), abbonati 1.461, totale 7.187 per un incasso di 68.186 (di cui 9.336 rateo abbonamenti)

Recuperi 1′ nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo. Angoli 2-3.

Prima del calcio di inizio, minuto di raccoglimento per le vittime dell’incidente di Brandizzo. Debutto per la nuova mascotte ufficiale del Pescara.
PESCARA- I biancazzurri partono forte. Con un secco 3 a 1 ridimensionano la Juventus Next Gen che, specie in difesa, è sembrato non proprio solida. Sono bastati solo 45 minuti ai padroni di casa con uno Squizzato ispiratissimo e un Cuppone molto prolifico ha chiudera la prima partica della stagione. Cuppone prima, all’11. Accornero una ventina di minuti dopo e, ancora Cuppone, a 180 secondi dalla fine della prima frazione, complice sempre le gravi disattenzioni difensive degli ospiti, sono bastati per regalare i primi tre punti al Pescara. Il gol di Guerra al Nono della ripresa ha solo un valore statistico. E dopo l’ottimo primi Ciak ora la Zeman band è attesa alla prima grande prova in trasferta con l’agguerritissimo Perugia.