Premio Cambiamenti, domani a Pescara la finale regionale 2023

0
103

Alla Facoltà di Economia sfida di undici start-up: a decidere con la giuria saranno anche gli studenti

Sono undici le start-up abruzzesi che domani a Pescara parteciperanno alla finale regionale del Premio Cambiamenti, la manifestazione voluta dalla CNA Nazionale per far conoscere e valorizzare il pensiero innovativo delle giovani imprese italiane. L’appuntamento dell’edizione 2023, dedicata alle “intelligenze naturali” è fissato alle ore 9,30 nell’aula 31 della Scuola delle Scienze economiche, aziendali, giuridiche e sociologiche della Facoltà di Economia della d’Annunzio, in viale Pindaro.

Originale, come del resto negli anni passati, la formula che deciderà a chi attribuire non solo la vittoria regionale (ha partecipato alla selezione pure il Molise), ma anche l’ambìto posto riservato all’Abruzzo nella finale nazionale in programma a dicembre a Roma: competizione dove sono in ballo premi importanti, a partire dai 20mila euro assegnati all’impresa vincitrice e i 5mila a seconda e terza classificata.

L’impresa vincitrice salterà fuori dal voto combinato degli studenti e della giuria tecnica designata quest’anno, che nei giorni scorsi ha selezionato le undici imprese partecipanti alla sfida finale: quattro sono della provincia di Chieti, tre del Teramano e altre quattro della provincia di Pescara. La formula originale, che fa della finale abruzzese un caso unico a livello nazionale, è stata permessa anche grazie al coinvolgimento attivo dei docenti della Facoltà: i professori Lara Tarquinio e Alberto Simboli hanno infatti illustrato nei giorni scorsi agli studenti scopi e modalità di svolgimento del Premio.

Alla selezione delle imprese finaliste ha provveduto nelle scorse settimane la giuria tecnica, presieduta da Salvatore Florimbi e composta da Giovanni Marcantonio (entrambi designati dalle camere di Commercio del Gran Sasso d’Italia e di Chieti-Pescara), Daniela Giangreco, Giuseppe Di Biase, Vittoria Iocco e Marco Tuci. Un lavoro non semplice, il loro, visto che come avvenuto nelle edizioni precedenti, anche quest’anno si è confermata la vivacità del tessuto della giovane imprenditoria abruzzese – nata dopo l’1 gennaio 2019 – con ben 66 iscrizioni al Premio.

Il programma dell’evento – prima della presentazione delle finaliste alla platea degli studenti – prevede, dopo i saluti del professor Michele Rea del Dipartimento di Economia della d’Annunzio e del presidente regionale della CNA, Savino Saraceni, la relazione del presidente della giuria tecnica Salvatore Florimbi, gli interventi del coordinatore del Premio e vice direttore della CNA Abruzzo, Silvio Calice, della presidente regionale dei Giovani Imprenditori CNA, Daniela Giangreco, del coordinatore nazionale di CNA Giovani Imprenditori, Luca Iaia.      

L’appuntamento di domani aprirà anche una finestra sui progetti dell’Unione europea e sulla cooperazione tra associazioni d’impresa: spazio così all’illustrazione del progetto Italia-Croazia realizzato nell’ambito del programma comunitario “News”, al responsabile delle politiche comunitarie della CNA Abruzzo, Mirco Mirabilio, al membro del segretariato congiunto, Paolo Rotoni, agli ospiti di oltre Adriatico Ranko Milic e Goran Pavlov. Atto finale, dopo le conclusioni del direttore regionale della CNA Abruzzo, Graziano Di Costanzo, la proclamazione dell’impresa vincitrice.