DI NARDO: “SINDACO DI ORTONA INDIFFERENTE A SVILUPPO E BUONE MANIERE”

0
81

Ats Geie Costa dei Trabocchi sceglie Ortona per riunione dei sindaci, ma Castiglione non mantiene la parola e diserta l’incontro

La totale indifferenza del sindaco Leo Castiglione e della sua giunta, nei confronti di una interessante iniziativa dell’Ats Geie Costa dei Trabocchi, oltre a confermare la più assoluta incapacità, da parte dell’amministrazione in carica, di puntare sullo sviluppo turistico del territorio, finisce per rivelare anche l’indelicatezza istituzionale, la carenza di qualità relazionali e l’assenza di una pur minima dose di buone maniere legata ai doveri di ospitalità.

Qualche giorno addietro, ad Ortona, si è infatti tenuta la riunione dei sindaci di sette Comuni della Costa dei Trabocchi, che intendono valorizzare tale brand e che a tal fine, tramite l’Ats, hanno già depositato in Provincia un progetto di finanza da oltre 25 milioni di euro.

In particolare gli aderenti all’Ats Geie Costa dei Trabocchi, in questa fase particolarmente preoccupati per lo stato di degrado e di abbandono che caratterizza diversi tratti della Via Verde, hanno spiegato di avere scelto Ortona come sede dell’incontro proprio per sottolineare il ruolo di porta, anche simbolica, dell’accesso Nord alla Via Verde.

Secondo quanto riferito dagli organizzatori, nonostante il sindaco Castiglione avesse precedentemente manifestato la sua disponibilità a partecipare alla riunione, né il primo cittadino né altri esponenti della sua amministrazione si sono degnati di presentarsi il giorno dell’incontro. L’assenza del padrone di casa naturalmente non è passata inosservata, con il risultato che ancora una volta l’intera città di Ortona è stata costretta a rimediare una brutta figura a causa dell’insipienza del suo sindaco.

Ritengo doveroso, per qualsiasi amministratore degno di questo nome, innanzitutto tenere fede alla parola data, ma anche confrontarsi su un progetto che, se attuato, imprimerebbe uno sviluppo decisivo al territorio. Nel caso di Ortona, purtroppo, non resta che constatare come l’indolenza e la mancanza di tatto del sindaco finiscano per prevalere su qualsiasi considerazione di altra natura.