Venti di guerra nel centrodestra abruzzese

0
189

Il caso Città Sant’Angelo rischia di spaccare la tenuta della coalizione regionale

di Candido Mabuse

La crisi del centrodestra abruzzese è ormai ad un passo dalla deflagrazione, e la situazione nel comune di Città Sant’Angelo ne è un esempio lampante. Le trattative per una lista unitaria alle prossime elezioni comunali, previste per l’8 e il 9 giugno, sono miseramente fallite. Roberto Ruggieri, coordinatore comunale di Forza Italia a Città Sant’Angelo e con un passato nella destra regionale, ha annunciato, tramite un messaggio broadcast, la sua rottura con il vertice del centrodestra angolano.

Ma quali sono le ragioni di questa frattura? Il sindaco, Matteo Perazzetti, è considerato il falco della coalizione ma, sembra che il suo gradimento popolare sia in calo. La squadra che lo ha portato al potere ha perso ben 3 consiglieri nel corso di questo quinquennio, tra cui Lucio D’Anteo, Ernestina Caralla e Arianna Spacco, queste ultime due passate, poi, a Forza Italia. Tuttavia, la vera spina nel fianco sembra essere la candidatura di Roberto Ruggieri, che non gode della simpatia di Perazzetti e degli assessori Lucia Travaglini e Marcello Di Gregorio.

Forza Italia, in un comunicato ufficiale, ha annunciato che non appoggerà la lista dell’attuale sindaco. Il motivo? Ruggieri non è gradito a Perazzetti e ai suoi assessori. Questa situazione apre una crepa pericolosissima nella tenuta del centrodestra regionale. La politica locale è spesso un terreno minato, dove le alleanze e le rivalità personali possono influenzare pesantemente gli equilibri. Sarà interessante vedere come si evolverà la situazione e quali saranno le conseguenze per la coalizione di governo.

Questo il messaggio integrale inviato da Roberto Ruggieri: “Buongiorno,
comunico ufficialmente che FORZA ITALIA alle prossime comunali di Città Sant’Angelo non appoggerà la lista dell’attuale Sindaco.
Il motivo è da imputare totalmente a lui e a due suoi attuali assessori, i quali, a detta di Perazzetti, hanno messo il veto al coordinatore cittadino di F.I., cioè il sottoscritto.
Sapete perché? non risulto gradito a loro due.
Presto faremo un comunicato stampa a firma mia, a firma del segretario provinciale Lorenzo Sospiri che ringrazio pubblicamente per aver cercato in tutti i modi di far comprendere le ingiustificate e inaccettabili motivazioni di natura personale che non hanno nulla a che vedere con la politica, per avermi difeso fino alla fine e a firma del segretario regionale Nazario Pagano.

Ai cittadini angolani invito solo a riflettere”