Adamo Scurti su convegno ‘La Carta dei Diritti delle Donne nello Sport’

0
100

Si svolge oggi, venerdì 6 ottobre, alle ore 16, nella Sala Conferenze dell’Avis Comunale, in piazza Salvo d’Acquisto, a Pescara, il convegno ‘La Carta dei Diritti delle Donne nello Sport’, organizzato dall’Unione Sportiva Acli Abruzzo e dal Presidente della Commissione comunale Sport Adamo Scurti.

La giornata si aprirà con i saluti istituzionali del sindaco di Pescara Carlo Masci, e vedrà la partecipazione, in veste di relatori, di Roberta Foschi, Referente regionale Abruzzo di ‘Assist Associazione Nazionale Atlete’ e del Presidente della Commissione consiliare Sport Adamo Scurti, Presidente Regionale Abruzzo di USACLI-APS.

“Oggi più che mai riteniamo che ci sia bisogno di una nuova riflessione sui diritti delle donne che sono parte integrante del mondo dello sport, sia professionistico che dilettantistico – ha spiegato il Presidente Scurti -. La storia dello sport è stata a lungo caratterizzata da una netta predominanza maschile e ancora oggi vi sono profonde differenze di genere, tant’è vero che le discipline maschili sono anche quelle più rilevanti sotto il profilo economico, culturale e sociale. Nonostante le evidenti differenze, per lungo tempo non ci si è interrogati sulle diseguaglianze di genere per cui i maschi erano considerati forti e competitivi, le femmine deboli, remissive e passive. Dentro questo scenario sociale, culturale e sportivo, nasce la Carta Etica per lo sport femminile, che mira a migliorare le condizioni di tutto il mondo del movimento fisico: la Carta contiene infatti il principio della pari accessibilità alla pratica sportiva, che rappresenta un parametro di civiltà, uguaglianza, equità, solidarietà e democrazia, senza dimenticare la valenza educativa e di inclusione al fine di contrastare le discriminazioni, i disagi, le violenze e le differenze di genere. Obiettivo del Convegno sarà quello di mettere in luce gli aspetti giuridici, amministrativi, sociali per valorizzare la parità dei diritti nello sport, la parità di accesso alla pratica sportiva, il contrasto alle molestie e agli abusi, la cultura sportiva in generale”. All’evento domani parteciperanno personaggi del mondo dello sport e della società civile.