Colle Breccia, Assessore Martelli replica a Costantini

0
48

“Come accade spesso negli ultimi mesi il candidato Carlo Costantini spara a zero contro l’amministrazione comunale, attaccando la giunta e gli uffici con un livore incomprensibile e con un livello di animosità, per non dire astio, che mal si concilia con chi aspira a rappresentare i cittadini. Per quanto riguarda l’impianto sportivo di Colle Breccia tutto nasce, contrariamente a quanto dice Costantini, dall’ascolto dei residenti da parte del sindaco Carlo Masci che si è impegnato ad interpellare i tecnici e a far approfondire tutte le questioni tecniche per una eventuale revisione se non per la revoca del provvedimento, se ve ne fossero state le condizioni, come poi è accaduto. Il candidato del centrosinistra, alla ricerca di voti in quella zona della città, grida allo scandalo, ma credo che non ci sia nulla di scandaloso e irreparabile se su un progetto, e sull’iter che esso segue, emergano – a seguito di controlli più approfonditi – problematiche che ne impongano uno stop, una revisione o una revoca, finalizzati a superare ed eliminare le criticità. Il dato certo è che la verifica, nel caso del progetto relativo a Colle Breccia, non riguarda questioni o errori commessi dalla parte politica, che, anzi, in questo caso si è premurata di ascoltare i cittadini, effettuare le verifiche richieste e accogliere le istanze avanzate. Nessun passo indietro, quindi, anzi, si lavora sempre con spirito positivo. Nel caso specifico si è trattato di un problema tecnico che è stato registrato dal Rup e che sarà superato individuando la soluzione migliore, nel rispetto della normativa, con tutti i pareri necessari e ascoltando le istanze dei cittadini. L’amministrazione ha preso atto di quanto fatto emergere dal Rup e ora si lavorerà per arrivare all’approvazione del progetto esecutivo, tenendo conto del parere paesaggistico già acquisito. Non c’è da urlare e strepitare con tanta veemenza, non c’è da puntare l’indice accusatore contro chi ha seguito dal punto di vista tecnico (perché la questione è tutta
tecnica) questa procedura a Palazzo di città: ora puntiamo alla soluzione, ed è quello che si sta facendo negli uffici dopo l’ascolto dei cittadini da parte del sindaco”.