Lanciano, Casa di Comunità in via Spaventa

0
164

Schael scrive ai dipendenti in vista dei trasferimenti

Lanciano avrà una Casa della Comunità, grazie al progetto finanziato con fondi Pnrr. Sarà realizzata nello stabile di via Spaventa, che era stata sede di Direzione della ex Asl Lanciano-Vasto, dove oggi sono ubicati vari uffici. In vista dell’apertura imminente del cantiere, si prepara il trasferimento di dipendenti e servizi in altri edifici, che avverrà in due fasi, a giugno e a settembre. A tal proposito il Direttore generale Thomas Schael ha inviato una nota al personale, per specificare la natura del progetto e le destinazioni dei vari servizi, chiedendo, al tempo stesso, la necessaria collaborazione. 

Di seguito il testo della lettera. 

AI DIPENDENTI ASL

Sede Ex Direzione generale

Via Spaventa  –  Lanciano

La nostra Azienda, com’è noto, ha messo in campo numerosi progetti per cogliere le opportunità offerte dal Pnrr al fine di riqualificare l’assistenza territoriale in provincia di Chieti. Sulla città di Lanciano,  in particolare,  risulta evidente la storica carenza di spazi adeguati che hanno reso impossibile, negli anni, strutturare un’offerta realmente alternativa all’ospedale. 

Ora abbiamo finalmente la possibilità di invertire la rotta, e dare dignità alla medicina del territorio investendo le risorse messe a disposizione e utilizzando edifici ricompresi nel patrimonio immobiliare della Asl. La ricognizione effettuata in città ha portato alla scelta,  unica e obbligata, di utilizzare l’immobile di via Spaventa per realizzare la Casa della Comunità,  il nuovo modello di  assistenza territoriale che segnerà una svolta in città. Siamo  consapevoli di chiedere un atto di buona volontà e buon animo ai dipendenti che dovranno trasferirsi in altra sede, ma la causa è di quelle nobili, e merita da parte di tutti un’adesione convinta, perché potremo essere orgogliosi di aver scritto tutti insieme,  e sottolineo tutti,  una pagina importante nella storia sanitaria di questa città.  

Abbiamo la necessità di agire in fretta, perché il Pnrr detta tempi e scadenze molto stringenti per l’accesso ai finanziamenti,  ragione per la quale i trasferimenti hanno termini contingentati per consentire l’apertura dei cantieri.  

Abbiamo elaborato un piano che sicuramente non consente una sede unica per tutti gli uffici, obiettivo che abbiamo cercato di perseguire con tutto l’impegno possibile: la soluzione Mario Negri Sud sarebbe stata la più funzionale ed efficiente,  oltre che confortevole,  ma tutte le nostre proposte di accordo sono state respinte. Siamo stati costretti a rinunciare, con sincero rammarico, perché la nostra volontà di “costruire ” non è stata corrisposta.  

Sulla città di Lanciano abbiamo cercato altre soluzioni che permettessero di trasferire in blocco tutti i servizi, ma non abbiamo immobili idonei, né avremmo avuto il tempo e le risorse per costruirne uno adatto. Abbiamo quindi cercato di fare di necessità virtù, conciliando aspetti che non sempre è facile far quadrare: efficienza organizzativa, comfort per le persone, spazi a disposizione.  L’impegno,  vi prego di credere,  è stato massimo per arrivare a sistemazioni decorose, funzionali e soprattutto tutte dislocate in città.

Di seguito il piano che siamo chiamati a portare avanti per dare concretezza agli investimenti e aggiungere  alla nostra offerta di salute una parte importante, quella mancata da sempre e che consentirà ai cittadini di avere a disposizione una reale ed efficace assistenza territoriale, che lascia all’ospedale il trattamento delle patologie in fase acuta. 

Sono certo che saprete accompagnare tutto il percorso con lo spirito di collaborazione che è proprio di chi mette competenze ed esperienza a servizio della salute collettiva, il bene più prezioso. 

La nuova ubicazione dei servizi e il cronoprogramma dei trasferimenti:

1. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Governo Liste di attesa, al piano terra, al piano primo ed al piano secondo, da trasferire entro il 16 giugno p.v. presso i locali che saranno messi a disposizione dal Comune di Lanciano, in via C. De Titta “palazzo 900;

2. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. I.P.M., piano primo, da

trasferire entro il entro il 16 giugno p.v. presso i locali siti al piano secondo della

palazzina della “D.M.O.” del P.O. di Lanciano;

3. Uffici attualmente occupati dal personale delle U.O.C. Acquisizione beni e servizi, piano primo, da trasferire a partire dal 16 giugno p.v. presso i locali “ex SERT” in via del Mare a Lanciano;

4. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. G.A.C.E.P., piano primo e

piano secondo, da trasferire a partire dal 16 giugno p.v. presso i locali “ex SERT” in via del Mare a Lanciano;

5. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Assistenza Sanitaria di base e specialistica, piano terra, da trasferire a partire dal 16 giugno p.v. presso i locali che saranno messi a disposizione dal Comune di Lanciano, in via C. De Titta “palazzo 900”;

6. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Servizi Economali e Logistici, piano primo, da trasferire entro il entro il 16 giugno p.v. presso i locali siti al piano terra in Piazza Eraldo Miscia (già sede di Guardia Medica);

7. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Informatica e Reti, piano terra, da trasferire a partire dal 15 settembre p.v. presso i locali siti al piano secondo della palazzina “DMO” del P.O. di Lanciano;

8. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Controllo di gestione, piano terra, da trasferire a partire dal 15 settembre p.v. presso i locali siti al piano secondo della palazzina “DMO” del P.O. di Lanciano;

9. Uffici attualmente occupati dal personale del R.S.P.P., piano primo, da trasferire a

partire dal 15 settembre p.v. presso i locali siti al piano secondo della palazzina

“DMO” del P.O. di Lanciano;

10. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.S.D. URP-Privacy, piano primo, da trasferire a partire dal 15 settembre p.v. presso i locali siti al piano secondo della palazzina “DMO” del P.O. di Lanciano;

11. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Amministrazione e Sviluppo Risorse Umane, piano primo, da trasferire entro il 15 settembre p.v. presso i locali “ex scuola infermieri” presso il P.O. di Lanciano;

12. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Contabilità e Bilancio, piano primo, da trasferire entro il 15 settembre p.v. presso i locali “ex SERT” in via del Mare a Lanciano;

13. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Affari Generali gestione

documentale e convenzioni, piano secondo, da trasferire entro il 15 settembre p.v. presso i locali “ex scuola infermieri” presso il P.O. di Lanciano;

14. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.S.D. Ufficio Legale, piano

secondo, da trasferire entro il 15 settembre p.v. presso i locali “ex scuola

infermieri” presso il P.O. di Lanciano;

15. Uffici attualmente occupati dal personale della U.O.C. Affari Generali gestione

documentale e convenzioni (protocollo), piano terra, da trasferire a partire dal 15

settembre p.v. presso i locali siti al piano terra della palazzina della “D.M.O.” del

P.O. di Lanciano.

Vi ringrazio per tutto l’aiuto che potrete offrire per questa importante realizzazione.

IL DIRETTORE GENERALE

Thomas Schael