Alessio Di Pasquale su sopralluogo in via Jacobis della Torre a Pescara

0
48

“In via Jacobis della Torre, nel quartiere Colli Innamorati, va ripristinato il senso unico di marcia in direzione strada Pandolfi-via Colle di Mezzo. Il provvedimento è necessario e strategico per garantire una valida alternativa al traffico che, nelle ore di punta, scende dalla collina per dirigersi verso il centro e i maggiori Istituti scolastici, dunque come alternativa all’asse strada Pandolfi-via di Sotto, per garantire le opportune condizioni di sicurezza per automobilisti, pedoni e due ruote, ma anche per consentire ai residenti di via Lancianese, una traversa della stessa via Jacobis, di rientrare nelle proprie abitazioni, senza la necessità di dover percorrere contromano un tratto di strada, seppur breve, con i relativi rischi. Stamane lo ha sancito il sopralluogo della Commissione Mobilità e ora trasmetteremo il verbale all’Ufficio tecnico con l’ingegnere Giuliano Rossi e alla Polizia municipale con l’agente referente Walter Falzani per avviare le procedure tecnico-amministrative”. Lo ha detto il vicepresidente della Commissione Mobilità Alessio Di Pasquale ufficializzando l’esito del sopralluogo.

“Il sopralluogo è stato determinato dalle pressanti richieste di decine di famiglie residenti che, dall’oggi al domani, si sono viste cambiare, in poche settimane, per due volte, cartelli stradali, segnaletica a terra e specchi angolari, scoprendo, loro malgrado, lo stravolgimento dei sensi di marcia senza alcun preavviso, con il relativo caos – ha detto il Vicepresidente Di Pasquale -. Originariamente, infatti, via Jacobis della Torre, una strada di media grandezza che collega strada Pandolfi con via Colle di Mezzo, era a doppio senso di marcia con il parcheggio su un lato della strada, una condizione che oggettivamente era piuttosto azzardata visto che, proprio le ristrette dimensioni dell’asse viario, obbligavano le auto a camminare di fatto a senso alternato. Tale consapevolezza ha determinato la prima modifica, ossia l’istituzione del senso unico di marcia, con ingresso in strada Pandolfi e uscita in via Colle di Mezzo, conservando i parcheggi sul lato sinistro della strada e creando un percorso pedonale tracciato a terra sul lato destro. Tale modifica non ha suscitato grosse polemiche, perché comunque restava in piedi la funzionalità della strada che rappresenta una valida alternativa a tutto il traffico che, scendendo dai colli, deve incanalarsi verso la parte bassa del quartiere e il centro cittadino per raggiungere alcuni dei principali istituti scolastici, come via Arapietra, sede dell’Istituto Di Marzio-Michetti, via Pizzoferrato per l’Istituto Acerbo o il liceo scientifico Da Vinci, traffico dunque che non doveva obbligatoriamente dirottarsi solo su strada Pandolfi o via Di Sotto Non solo: il senso unico comunque permetteva ai residenti di via Lancianese, una piccola traversa di via Jacobis della Torre, di entrare o uscire per tornare a casa. All’improvviso, però, anche tale assetto viario è stato stravolto, ed è stato di nuovo invertito il senso unico di marcia: oggi per percorrere via de Jacobis occorre entrare in via Colle di Mezzo, e tutto il traffico viene spinto sulla stessa strada Pandolfi, che adesso è completamente congestionata, ma, cosa ancor più grave, di fatto i residenti di via Lancianese si ritrovano imbottigliati a dover fare un giro impossibile per tornare a casa o, in alternativa, a percorrere un breve tratto contromano, ovvero a commettere una violazione grave, oltre che pericolosa. In più oggi la stessa via Lancianese, che è un budello, è divenuta l’alternativa a Strada Pandolfi, ma chiaramente non può sopportare tali volumi di traffico. Nei giorni scorsi è stata lanciata una petizione-raccolta firme per chiedere di ripristinare il doppio senso di marcia almeno nel primo tratto di via de Jacobis, compreso tra strada Pandolfi e via Lancianese, ma anche questa misura non ci sembra adeguata a una soluzione della problematica, anzi potenzialmente la promiscuità di sensi di marcia per brevi tratti potrebbe creare situazioni di maggior pericolo. A questo punto nel corso del sopralluogo odierno la Commissione ha verificato la bontà delle segnalazioni e denunce dei residenti – ha proseguito il Vicepresidente Di Pasquale – e riteniamo opportuno sollecitare l’immediato ripristino del senso unico di marcia in direzione Strada Pandolfi-via Colle di Mezzo, per restituire ossigeno all’intera zona. Ovviamente invieremo subito il verbale del sopralluogo all’assessore alla Mobilità Albore Mascia e agli uffici tecnici per verificare il percorso della nostra istanza”.