Autismo, scade il 20 marzo il progetto “Pescara social aut …”

0
216

Avviso per gli utenti dell’Ecad 17 per massimo 20 beneficiari

L’autismo affrontato, per la prima volta, non solo sotto il profilo sanitario, ma anche e soprattutto guardando all’aspetto sociale. Scade il 20 marzo il termine per rispondere all’avviso “Pescara Social Aut…” il progetto rivolto alle persone con disturbo dello spettro autistico che unisce il Comune di Pescara e tutti i centri della provincia, attraverso gli ambiti sociali distrettuali, fra cui l’Ecad 17 Montagna pescarese, e gli enti del terzo settore. Grazie ad un investimento di circa 500mila euro, finanziati dalla Regione Abruzzo con il Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità, si potrà accedere a due diverse azioni. La prima si chiama “Compagno adulto” e prevede percorsi di assistenza alla socializzazione per ragazzi fino a 21 anni che potranno contare su professionale che li accompagnerà nelle attività di vita quotidiana, dal gioco allo sport, supportandoli per 4 ore a settimana, per 12 mesi. La seconda azione si chiama “Laboratori occupazionali e Coaching” e prevede percorsi sperimentali per la formazione e l’inclusione lavorativa attraverso sei laboratori al mese, per 12 mesi. Gli operatori affiancheranno i beneficiari (la fascia di età è 18-45 anni ed è necessario aver assolto l’obbligo formativo) nel percorso di potenziamento delle abilità sociali e professionali ed è prevista anche un’attività di Coaching individuale, una volta al mese. Per partecipare ai laboratori sarà garantito un rimborso spese per il trasporto oppure ci si potrà rivolgere direttamente agli uffici dell’Ecad 17 per il servizio di trasporto convenzionato. Nell’ambito di queste azioni si è pensato anche alle famiglie dei beneficiari che saranno al centro di 12 incontri di parent training dedicati ai genitori.

Per quanto riguarda l’Ecad 17 saranno in tutto 20 i possibili beneficiari da individuare tra i residenti dell’ADS n. 17 “Montagna Pescarese” di cui Manoppello e ente Capofila e che comprende i Comuni di Abbateggio, Alanno, Bolognano, Bussi sul Tirino, Caramanico Terme, Castiglione a Casauria, Corvara, Cugnoli, Lettomanoppello, Manoppello, Pescosansonesco, Pietranico, Popoli, Roccamorice, Salle, Sant’Eufemia a Maiella, Scafa, Serramonacesca, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Tocco da Casauria, Torre de Passeri, Turrivalignani.

Nello specifico, per tutto l’ambito saranno dieci i beneficiari per l’azione “Compagno Adulto” fino a 21 anni e 10 per i “Laboratori Occupazionali e Coaching” dai 18 ai 45 anni. Per gli stranieri è necessario essere in possesso di un titolo di soggiorno regolare. Sarà una commissione a valutare le domande e a redigere una graduatoria finale assegnando un punteggio che tenga conto della composizione del nucleo familiare, dell’accesso o meno a determinati servizi e della situazione reddituale.

“Come Ecad17 abbiamo aderito convintamente al progetto con l’obiettivo di diffondere la cultura dell’inclusione e di integrazione – ha detto Giulia De Lellis, vicesindaco ed assessore alle politiche sociali del Comune di Manoppello – con la certezza che sia importantissimo lavorare sull’aspetto sociale e non solo su quello sanitario. Grazie al Comune e alla Asl di Pescara, agli ambiti sociali e agli enti del terzo settore”.