Lorenzo Sospiri su vicenda Naiadi e consigliere Blasioli

0
66

“Venerdì scorso, 15 marzo, gli Uffici regionali hanno consegnato alla Fira le chiavi del complesso sportivo de Le Naiadi dopo la stipula della relativa convenzione di gestione. Ovvero da questa mattina Fira è in grado e ha la titolarità per avviare la procedura di riapertura del complesso sportivo al pubblico. Questi sono atti concreti, con i quali il Governo di centrodestra e anche gli abruzzesi rispondono all’asfissiante premura con la quale il consigliere regionale Blasioli continua a muovere la propria forza investigativa contro quel gioiello sportivo che non ha colore politico, ma è semplicemente patrimonio glorioso di una regione intera. Con il Governo Marsilio continueremo ad attenzionare la tematica, ma non per la vena inquisitoria di questo o quel consigliere regionale, ma piuttosto per tutelare decine di lavoratori, oltre che le centinaia di utenti che vogliamo riportare a nuotare nelle vasche de Le Naiadi”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri in riferimento alla conferenza stampa del consigliere Blasioli su Le Naiadi.

“Immancabile come il pane oggi il consigliere Blasioli è tornato alla carica su Le Naiadi – ha rimarcato il Presidente Sospiri -: impianto chiuso, piscine aperte, tuffo sì o tuffo no, gestione al Comune, affidamento a terzi, c’è di tutto un po’ nelle parole del consigliere Blasioli che nel minestrone mette di tutto, almeno prima o poi qualche conto ritorna. Oggi il consigliere accantona il suo toto-date e, da autoproclamato esponente di maggioranza, sale in cattedra per impartire disposizioni sull’uso dei finanziamenti del Fondo di Sviluppo e Coesione per fare questo o quell’intervento sul complesso sportivo. Ma gli abruzzesi hanno assegnato al consigliere Blasioli un altro ruolo, quello dell’opposizione, e quindi le sue disposizioni si limitano a suggerimenti fatti sottovoce. E allora ripartiamo dai fatti concreti: venerdì la Fira ha ufficialmente preso le chiavi del complesso sportivo dopo la stipula della convenzione. Oggi stesso la Regione ha registrato l’impegno di spesa collegato alla convenzione stipulata con Fira che a questo punto può avviare la procedura di riapertura della quale sarà nostra cura informare i cittadini”.