Misericordia Pescara su donazione pulmino alla signora Paola Mastrangelo

0
253

“Il Consiglio Direttivo e l’Assemblea della Misericordia hanno deliberato la donazione del pulmino per il trasporto dei pazienti diversamente abili alla signora Paola Mastrangelo. Nel corso della prossima settimana formalizzeremo il provvedimento dinanzi al notaio per la consegna ufficiale delle chiavi ai tutori della paziente e porre fine all’intera vicenda. Ovviamente i tutori o la stessa Mastrangelo saranno chiamati a intervenire dinanzi al notaio per l’accettazione della donazione e per le procedure inerenti al passaggio di proprietà del mezzo e della relativa documentazione”. Lo ha ufficializzato il Governatore della Misericordia Cristina D’Angelo rendendo note le decisioni della Confraternita della Misericordia.

“Il primo obiettivo è quello di restituire trasparenza a una querelle che lascia l’amaro in bocca a un’Associazione che ha fatto della carità cristiana, dell’amore per il prossimo e del soccorso la propria missione di vita – ha sottolineato il Governatore D’Angelo -. Ma riteniamo che dopo la battaglia social condotta ai soli danni della Confraternita e del suo Direttivo, sia giunto il momento di chiudere un capitolo e di voltare definitivamente pagina, senza entrare nel merito delle polemiche per ovvie ragioni di riservatezza dei soggetti coinvolti. Oggetto della discordia il pulmino acquistato anni fa dalla Misericordia con i fondi appositamente raccolti durante uno spettacolo di beneficienza, pulmino che da quel momento l’Associazione ha utilizzato per il trasporto dei diversamente abili durante i servizi di accompagnamento, un mezzo che è però divenuto motivo di scontro. Sulla vicenda il Direttivo ha convocato nei giorni scorsi l’Assemblea dei soci che ha deliberato di donare quello stesso pulmino alla signora Paola Mastrangelo, paziente affetta da SLA. Sappiamo che la stessa signora Mastrangelo, informata del deliberato, ha chiesto che la donazione avvenisse in favore della Sezione di Spoltore della Croce Rossa Italiana, ma il Presidente della Cri Spoltore, a sua volta, dopo diverse Pec e contatti, ci ha informati che il pulmino dovrà essere donato alla Mastrangelo che a sua volta lo donerà alla Cri di Spoltore, instaurando dunque un rapporto diretto con l’Associazione che diventerà proprietaria del mezzo e potrà disporne come riterrà opportuno. Riteniamo che con questo atto che verrà formalizzato dinanzi a un notaio nei prossimi giorni si debba archiviare una vicenda amara, che ha ingiustamente leso la dignità, l’immagine e il buon nome della Misericordia, ma a questo punto ritengo che anche la campagna diffamatoria intrapresa da mesi sui social possa e debba cessare”.