GRANDE SUCCESSO PER LA PRIMA EDIZIONE DE LA NOTTE DEI SERPENTI

0
231

IL CONCERTONE IDEATO E DIRETTO DAL MAESTRO ENRICO MELOZZI

10.000 PERSONE RIUNITE ALLO STADIO DEL MARE DI PESCARA PER L’EVENTO CELEBRATIVO DELLA CULTURA E DELLA MUSICA TRADIZIONALE ABRUZZESE

SUL PALCO GIUSY FERRERI GIANLUCA GRIGNANI e TANTI ARTISTI E MUSICISTI ABRUZZESI accompagnati dall’ORCHESTRA DEI SERPENTI E, A SORPRESA,
MR.RAIN
insieme al coro dei PICCOLI CANTORI DELLA PACE

Grande successo per la prima edizione de LA NOTTE DEI SERPENTI, il concertone ideato e diretto dal Maestro ENRICO MELOZZI per celebrare la cultura abruzzese e la tradizione musicale della regionetenutosi lo scorso sabato 29 luglio allo Stadio del Mare di Pescara.

L’evento, che ha registrato 10.000 persone presenti nello Stadio del Mare, è stato promosso e finanziato dalla Regione Abruzzo, fortemente voluto dal Presidente della Regione Marco Marsilio e realizzato in collaborazione con il Comune di Pescara.

Condotto dalla giornalista e presentatrice televisiva Monica Giandotti, il concertone è stato introdotto dai saluti istituzionali del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, del Sindaco del Comune di Pescara Carlo Masci e del Presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri.

Ad aprire la prima edizione de La Notte dei Serpenti è stato Mr.Rainche a sorpresa è salito sul palco accompagnato dal coro dei Piccoli Cantori Della Pace, regalando al pubblico di Pescara Nu seme Nu”, un’inedita versione di “Supereroi” (brano presentato al Festival di Sanremo 2023)impreziosita dal ritornello riscritto per l’occasione in dialetto abruzzese.


Giusy Ferreri ha prestato la sua inconfondibile voce a “Mare Maje (Scura Maje), uno dei canti della tradizione popolare abruzzese, con un’esibizione che ha commosso il pubblico e l’artista stessa.

Una grande partecipazione canora del pubblico si è registrata durante l’esibizione di Gianluca Grignani che, dopo aver emozionato con Quando ti manca il fiato (brano in parte registrato a Teramo, co-firmato e prodotto insieme ad Enrico Melozzi che per lui ha diretto l’orchestra del 73° Festival di Sanremo), ha proposto “Destinazione Paradiso” con nuovi arrangiamenti legati alla tradizione abruzzese e l’accompagnamento del coro in nuove parti in dialetto inserite nel testo di uno dei più grandi successi del cantautore.

Nel cast de La Notte dei Serpenti anche la cantante albanese Elsa Lila che ha magistralmente interpretato “Addije, addije amore, canto popolare abruzzese che ha ispirato “Amara Terra Mia” rielaborata da Domenico Modugno.

Tra gli ospiti del concertone anche il cantautore Setak, a cui è andato il premio Serpente d’Oro per aver contribuito con la sua musica a sdoganare e diffondere la lingua abruzzese otre i confini regionali. A consegnare il premio Adele D’Atri, Area Manager Abruzzo Nord Est BPER Banca.

Un altro premio è andato al Maestro Enrico Melozzi, conferito dal main sponsor Confimi Industria, “per la sua passione e maestria nell’esaltare la cultura e la tradizione abruzzese attraverso la musica”. A consegnare il premio il Presidente di Confimi Industria Abruzzo Luca Tosto e la Direttrice di Confimi Industria Abruzzo Alessandra Relmi.

Marrocche e frusc”, “La fija me”, “Li misciarule”, “All’ort”, “Tutt li fundanell”, “La Jerv a Lu Cannet”, “Marattè”, “J’Abruzzu” e “La capamarite sono stati gli altri canti popolari che il pubblico de La Notte dei Serpenti ha potuto ascoltare in versioni inedite.

La Notte dei Serpenti ha visto tutti i partecipanti coinvolti in un’esperienza musicale e culturale indimenticabile, con performance uniche che hanno dato una nuova veste alle melodie della tradizione. Trasportato in un appassionante viaggio nel tempo alla riscoperta delle origini e della cultura locale, il pubblico, cantando e ballando, è stato parte attiva dello spettacolo, soprattutto sulle note di Vola Vola Vola”, canto popolare che ha chiuso la scaletta di un concerto che ha emozionato tutti.

Tutti gli arrangiamenti, le armonizzazioni, le orchestrazioni e le composizioni sono stati curati del direttore artistico e musicale Enrico Melozzi che ha diretto l’Orchestra dei Serpenti, composta da Marco Tirani (basso), Nicola Costa e Gionni Di Clemente (chitarre), Salvatore Mufale (tastiere), Roberto Junior Spina (batteria), Alberto Barsi (chitarra elettrica), Danilo Di Paolonicola (organetto), Armando Rosilio e Martina Zecca (voci e tamburelli), Antonio Franciosa (tamburello), Christian Di Marco (ciaramella), Carmelo Colajanni (strumenti a fiato vari), Alessandra VenuraMartina ZeccaTeresa ScaleseAnna AzzolaArmando RotilioStellinaFranco Palumbo Roppoppò, Cinzia CantoresiAngela CantoresiElena CicconiMonica DezziCristiana Falconi e Letizia Serpentini (voci).

A rendere ulteriormente particolari le esibizioni sono state le coreografie realizzate dal corpo di ballo composto da Lusymay Di Stefano (prima ballerina), Federica SestiliLaura Espositi e Claudio Cirsone.

Grazie al contributo di Confimi Indistria Abruzzo, La Notte dei Serpenti diventerà uno speciale televisivo, per la regia di Angelo Bozzolini (produttore del format “Che Storia è la Musica” con Ezio Bosso). Lo spettacolo è stato ripreso da 10 telecamere in 4k e sarà montato con una ripresa fedele dall’altissima qualità artistica per restituire tutto il cuore del progetto artistico del Maestro Melozzi.

Il concertone de La Notte dei Serpenti è stato promosso e finanziato dalla Regione Abruzzo, fortemente voluto dal Presidente della Regione Marco Marsilio e realizzato in collaborazione con il Consiglio Regionale dell’Abruzzo e il Comune di Pescara. La Notte dei Serpenti è stato realizzato con il contributo del main sponsor Confimi Industria Abruzzo e di BPER Banca, Strever S.p.A. e Excelsior e il supporto del Comune di Teramo.

ENRICO MELOZZI è un compositore, direttore d’orchestra, violoncellista e produttore discografico italiano. Nel 1999 diventa assistente di Michael Riessler, con il quale collabora dapprima come copista e poi come arrangiatore e produttore artistico: questa esperienza lo porta ad avvicinarsi alla musica contemporanea mondiale. Nel 2002 debutta come direttore d’orchestra con la sua opera su Oliver Twist. Inizia a comporre opere liriche, opere sacre, colonne sonore per cortometraggi, lungometraggi e spettacoli teatrali per le quali riceve numerosi riconoscimenti importanti.

Nel 2007 fonda Cinik Records l’etichetta discografica indipendente con la quale produce in pochi anni oltre 30 titoli. Insieme a Giovanni Sollima fonda il gruppo 100 Cellos ed è promotore della prima maxi-reunion di violoncellisti in Italia, che ha radunato a marzo 2012 più di 140 violoncellisti provenienti da tutto il mondo. Nel 2016 fonda l’Orchestra Notturna Clandestina, di cui è direttore musicale. Per sostenere l’orchestra economicamente organizza a Roma i Rave Clandestini di Musica Classica, vero e proprio esperimento sociale in cui la musica classica è protagonista di un concerto di oltre 15 ore. Nel 2021 gli viene affidato l’incarico di Maestro Concertatore della Notte della Taranta, ruolo che condividerà con la cantautrice Madame. È promotore del primo laboratorio al mondo di composizione musicale collettiva, dove compositori di tutte le età e astrazioni artistiche, compongono collettivamente, al servizio di un regista e di uno spettacolo teatrale. Ha diretto l’orchestra del Festival di Sanremo per Noemi (2012 e 2014), Achille Lauro (2019), Pinguini Tattici Nucleari (2020), Fasma (2021), Måneskin (2021, 2022 e 2023), Highsnob & Hu (2022), Ana Mena (2022), Giusy Ferreri (2022), Mr.Rain (2023), Sethu (2023) e Gianluca Grignani (2023). Negli anni ha firmato gli arrangiamenti di numerosi brani di artisti del calibro di Rocco Hunt, Il Volo, Niccolò Fabi e tanti altri.