AZZURRI E FILATELIA, UNA STORIA LUNGA QUASI NOVANT’ANNI. CONSEGNATO “IL LIBRO DEI FRANCOBOLLI” AL MUSEO DEL CALCIO

0
87

Una raccolta realizzata da Poste Italiane per ripercorre la storia azzurra attraverso i francobolli, dal 1934 fino ad oggi

Il calcio, la Nazionale italiana e la filatelia: un rapporto stretto e duraturo, che avvicina questi due mondi ormai da quasi novant’anni. Per celebrare questo legame, Poste Italiane ha donato al Museo di Coverciano- consegnato dal Responsabile Filatelia Giovanni Machetti – il ‘Libro dei francobolli – Il mondo del calcio’,– nelle mani del presidente della FIGC Gabriele Gravina. Si tratta di una raccolta che ripercorre le pagine più significative della storia del calcio italiano proprio attraverso i francobolli, dal primo titolo iridato conquistato nel 1934 fino al francobollo emesso nel 2022 in occasione del quarantesimo anniversario della vittoria al Mundial spagnolo del 1982. Alla consegna erano presenti anche il presidente Matteo Marani ed il vice segretario e head of revenues della FIGC, Giovanni Valentini.

Il ‘Libro dei francobolli’ – a tiratura limitata con soli 300 esemplari – contiene 79 francobolli accompagnati dai testi dei bollettini illustrativi e 9 semplici riproduzioni; presente anche quello disegnato da Renato Guttuso nel 1982 per festeggiare la Coppa del Mondo alzata al cielo di Madrid da Bearzot e dai suoi ragazzi.

La consegna del libro è stata anche l’occasione per presentare una nuova sezione del Museo del Calcio che, disposta proprio all’ingresso del percorso espositivo, sarà visitabile fino al prossimo 4 ottobre. Sarà possibile osservare anche alcuni francobolli appartenenti ad una collezione privata inerenti alla Nazionale italiana di calcio.